• User Attivo

    Il tool DEFINITIVO per fare le analisi delle parole chiave.

    E' una vita che rompo l'anima alla povera Elisa di Sistrix per avere una valutazione degli intenti di ricerca secondo il framework Know/Do/Website/Visit su una lista custom di keywords, non necessariamente legata ad un sito esistente.

    E a quanto pare, finalmente, ci siamo:
    app.sistrix.com_list_e6dbMjY0MDg=ca21_searchintent.png

    Voi non avete idea, sono felice come un bimbo col suo giochino nuovo, questa roba mi permette di scalare l'analisi keyword in modi ad oggi impensabili:

    • posso gestire numeri grandi a piacere di parole chiave
    • posso fare l'analisi multivariata degli intenti di ricerca e gestire più accuratamente gli intenti "misti"
    • mille altre robe che mi verranno in mente poi con il tempo risparmiato a guardarmi SERP su SERP

    A quanto mi ha scritto Elisa è fresco fresco quindi "si dovrà aspettare ancora qualche giorno per vedere i dati completi", io però non vedo l'ora di utilizzarlo in un contesto operativo!


    chiarastorti 1 Risposta
  • Community Manager

    Grazie @kal per chi lavora in questo modo sugli intenti è veramente bello!

    Potremmo usare #SEOToolUpdate come hashtag per quando segnaliamo una novità sugli strumenti SEO. Bello 🙂


  • ModSenior

    @kal concordo, è davvero molto utile e c'è da giocarci parecchio! 😎


  • User Attivo

    Ah, aggiungo: gestisce in modo separato anche l'intento Know Simple.

    Come mi pare di aver detto allo scorso Search Marketing Connect: sulle query Know Simple possiamo generalmente risparmiarci lo sbattimento. Ci arriva già Google ed è una lotta persa in partenza.

    Sapere quali query (e ancora meglio: quali cluster di query) hanno Know Simple come intento prevalente ci permette di ottimizzare meglio le risorse per la produzione di contenuto che è sempre molto costoso da fare.


  • User

    @kal ha detto in Il tool DEFINITIVO per fare le analisi delle parole chiave.:

    Sistrix

    da testare sicuramente 😉


  • User Attivo

    L'ho fatto e sono andato a prendere una mia valutazione di qualche mese fa di una lista di parole chiave con questi risultati:
    intenti.png

    Mentre Sistrix mi ha dato questi risultati:
    Annotazione 2020-07-01 180625.png

    C'è qualche differenza nel peso relativo dell'intento Transazionale che io ho sovrastimato rispetto al Locale, mentre Sistrix da più peso a Visit rispetto a Do... probabilmente anche per via del fatto che io ho sempre valutato l'intento prevalente mentre Sistrix usa un approccio multivariato. E sicuramente c'entra anche il volume di ricerca che io solitamente considero nella mia valutazione sul peso degli intenti, mentre nel tool di Sistrix questa cosa non mi pare ci sia, ma poco male.

    Mi sembra tarato in modo ottimo e penso che sia già pronto alla prova su strada.


  • Community Manager

    È davvero figo cavolo 🙂


  • User Attivo

    Piccolo assaggino di come vengono fuori le analisi nella prova su strada, è tutto work in progress, per il momento sto solo giocando con Data Studio...

    Annotazione 2020-07-07 170703.png

    Gli Intenti di Ricerca me li da Sistrix

    Questi li vado a pesare con i volumi di ricerca medi mensili, me li da Google Ads.

    Mischio tutto in un Google Sheets che mi serve da Origine Dati in Data Studio.

    Qua nell'immagine abbiamo:

    • i valori degli intenti "pesati" sul volume
    • i valori relativi degli intenti per cluster principale
    • i valori relativi degli intenti per fase di ricerca (decisa da me)
    • la quota di decisione/scoperta (sempre mie valutazioni sulle keyword)
    • la quota di volume per cluster principale
    • la quota di volume per sub-cluster

    Ho ancora una valanga di lavoro da fare (ad esempio per visualizzare correttamente i trend di ricerca) ma sono davvero contento di come sta uscendo.

    Anche se Sistrix non è perfetto: su 400 e rotte keyword mi restituisce gli intenti solo di 300. Ed in molti casi riporta zero, quando chiaramente gli intenti sono evidenti (ad esempio, nella keyword c'è il nome di una città, ma non c'è la mappa... l'intento è chiaramente Visit ma Sistrix non lo becca).

    Però nonostante questo è un salto avanti anni luce rispetto a quello che facevo prima.


  • User Attivo

    Sistrix ha avuto una gran bella idea. In effetti, ti risolve parte del lavoro che manualmente si fa per pesare le intenzioni, e capire dove si sta andando con i risultati che si hanno in mano. Che poi immagino sia né più né meno quello che, a manazze, si fa una volta tirati giù i risultati di SERP Features da SEMRush o Ahrefs, ma almeno lo fa la macchina in automatico 🙂 . Sono molto curioso di quel che riguarda i trend di ricerca, perché è un problema che effettivamente resta anche a me da risolvere se affrontato su larga scala.


  • User Attivo

    Per i trend di ricerca in realtà mi appoggio ancora a Google Ads che è il tool che ha i dati migliori in assoluto.

    Anche lui ha i suoi difetti, ma di meglio non c'è.

    Una cosa che continuo a fare a manina comunque è il clustering, ma non è proibitivo su centinaia di parole.


    paladinodeimari 1 Risposta
  • User Attivo

    Prima analisi consegnata. Ve la condivido (opportunamente redatta e pure un po' sfocata dall'algoritmo di compressione di connect.gt) perché mi è riuscita proprio bene.

    analisi-01.png
    analisi-02.png
    analisi-03.png

    E siamo solo all'inizio...

    Ah, per dovere di cronaca: ho puntualmente rotto le balle (di nuovo) alla povera Elisa di Sistrix perché a questo punto abbiam fatto 30, facciamo 31: vorrei avere anche le Serp Features in comodo formato tabella.


    giorgiotave sermatica 2 Risposte
  • Community Manager

    @kal da qui poi fai il passaggio successivo? Cioè vai su pagine e contenuti?

    Automatizzi ancora in quella parte?


    kal 1 Risposta
  • User Attivo

    @giorgiotave questa mi serve per la strategia.

    Con le categorie e i trend riesco a capire quali contenuti espandere, come e con che struttura.

    Con gli intenti so come progettare il contenuto in relazione alle query.

    Ad esempio, in questo caso ci sarà da fare un bel lavoro per creare un'intera sezione di contenuti a carattere locale. Il materiale lato cliente c'è (essenzialmente listing di aziende), ma va ripensato il modo in cui è organizzato.

    Con questa analisi in mano ho modo di rendere visibile la cosa e comunicarla in modo efficace al cliente.

    Cosa importante perché richiederà sicuramente un certo sforzo di sviluppo.


  • User Newbie

    @kal in agenzia abbiamo conosciuto da poco Sistrix e siamo rimasti colpiti da come visualizza gli intenti di ricerca. La tua analisi è molto interessante. In merito alla clusterizzazione anche noi la facciamo a mano perché non abbiamo trovato software specifici che possono essere di aiuto.


  • User

    Un abbinamento tra Sistrix e Google Data Studio che ha veramente dell'incredibile, per me che usavo competitors, devo dire che i risultati non sono affatto male ( e presentati anche esteticamente in maniera molto garbata).

    Molto interessante, lo approfondirò sicuramente.


  • Moderatore

    @kal Ciao Kal,
    puoi dirmi, se possibile, come fanno a selezionare le Key per "TIpologia"? Guardano le Serp o guardano se contengono parole come Compra ecc. ecc.?


    kal 1 Risposta
  • User Attivo

    @sermatica non lo so per certo, ma usano un qualche tipo di modello statistico (non so se classico o basato su reti neurali) basandosi sulle cosiddette "SERP Features".

    Ad esempio, se ci sono annunci assumono un intento "Do". Se ci sono mappe assumono un intento "Visit", e così via.

    Che poi è lo stesso modo in cui ho sempre fatto io... solo automatizzano.

    L'analisi sulle keyword al momento NON viene fatta (e questo è al momento un punto debole). Ne ho discusso brevemente nei commenti a questo post su Linkedin assieme ad @aledandrea .


    aledandrea 1 Risposta
  • User Attivo

    @kal ha detto in Il tool DEFINITIVO per fare le analisi delle parole chiave.:

    L'analisi sulle keyword al momento NON viene fatta (e questo è al momento un punto debole). Ne ho discusso brevemente nei commenti a questo post su Linkedin assieme ad @aledandrea .

    Tra l'altro erano uscite considerazioni interessantissime quando ne avevamo parlato su LinkedIn.
    Per i dati dei trend di ricerca nel tempo usi sempre Sistrix o il Keyword Planner? (Mi pareva mi avessi detto il secondo, ma mica mi ricordo di preciso...)


    kal 1 Risposta
  • User Attivo

    @aledandrea sì, Keyword Planner.

    Mi son preparato un Google Sheet con:

    1. Scheda dati Google Ads (volumi e trend per kw)
    2. Scheda dati Sistrix (valutazione intento per kw)
    3. Scheda dati di riepilogo con le kw ed un sistemone di CERCA.VERT sulle altre due schede, con tutte le elaborazioni del caso

    Tab aggiuntive con tabelle pivot dove serve secondo quello che voglio ottenere come visualizzazione ed il tutto dato in pasto a Data Studio come sorgenti dati.