• Community Manager

    Ontopia: la PA Italiana ha il suo Knowledge Graph

    Ho scoperto Ontopia tramite Giovanni Pirrotta e il suo articolo Alla scoperta di Ontopia, il Knowledge Graph della PA Italiana.

    Secondo me è un gran progetto e Giovanni dice:

    l’AGID, Agenzia per l’Italia Digitale, in collaborazione con il Team per la Trasformazione Digitale, ha quindi intrapreso l’ardua sfida di standardizzare il patrimonio informativo della pubblica amministrazione, creando una famiglia di modelli di dati, cioè ontologie, con lo scopo di identificare e definire schemi condivisi per dati trasversali e non, ai diversi domini applicativi delle PA. Contemporaneamente l’AGID ha sviluppato dei vocabolari controllati, ottenuti armonizzando e standardizzando tassonomie, codici e nomenclature, da utilizzare come categorizzazioni nelle ontologie e nelle basi di dati pubbliche.

    Questo aiuterà lo sviluppo reale e trasversale di molte cose.

    Vi consiglio di leggere il suo articolo che approfondisce tutto 🙂


  • User Attivo

    E' davvero super interessante!

    Ora manca solo l'implementazione. La vedo però difficile senza che sia obbligatorio per le PA implementarla...

    Ma magari una leggina buttata là tra le tante, innocua innocua senza che nessuno se ne accorga...


  • User

    Ho una sola domanda da bastian contrario, perché l'idea è eccezionale e geniale allo stesso tempo:
    Perché non aderire a schema? per il resto, daje! (che se devo fare scraping faccio prima 😄 )


  • Consiglio Direttivo

    @davide-del-medico ha detto in Ontopia: la PA Italiana ha il suo Knowledge Graph:

    Perché non aderire a schema?

    Forse perché schema, pur essendo un servizio basato su una comunità, è stato in ogni caso fondato da colossi (non europei) del mercato dei dati con un'agenda pubblica fondata in ultima istanza sul profitto, mentre qui siamo nell'ambito di un programma europeo, la cui agenda pubblica muove da premesse diverse e ha finalità non commerciali — almeno spero.

    [Oppure è un nuovo caso di azione dell'UCAS (Ufficio Complicazioni Affari Semplici) e hanno voluto duplicare il sistema per rendere le cose più difficili agli utenti e agli sviluppatori...]


  • User Attivo

    A me sembra logico che venga costruito un Knowledge Graph su misura.

    Schema ambisce a diventare uno standard per l'organizzazione della conoscenza in senso generico, ma in questo caso bisogna mappare entità e relazioni di un insieme ben specifico (la Pubblica Amministrazione) ed è giusto partire da zero per adattare la struttura a quello che c'è già (sotto l'aspetto logistico e soprattutto legale/giurisdizionale).

    Usando Schema sicuramente si sarebbe dovuto scendere a compromessi in alcune "zone", rendendolo modo fatto una soluzione sub-ottimale.


    leonov 1 Risposta
  • Consiglio Direttivo

    @kal ha detto in Ontopia: la PA Italiana ha il suo Knowledge Graph:

    in questo caso bisogna mappare entità e relazioni di un insieme ben specifico (la Pubblica Amministrazione) ed è giusto partire da zero per adattare la struttura a quello che c'è già (sotto l'aspetto logistico e soprattutto legale/giurisdizionale).

    Buona osservazione, e strategia condivisibile soprattutto tenendo conto della complessità a ogni livello della PA nazionale; una soluzione più personalizzata è in effetti probabilmente più economica e funzionale, date le premesse.

    Sono a questo punto curioso di capire come potrebbe avvenire un'integrazione a livello europeo: ok, la burocrazia è una faccenda complicata e complessa in ogni Paese (e quindi ben venga una soluzione singola a livello comunitario, anche come tentativo di sintesi), ma l'Italia storicamente brilla per una sottigliezza e una passione per gli arzigogoli.

    Sarà una battaglia tra titani... :3: