• User Attivo

    @kal Capisco! Purtroppo è da considerare che il mondo del web appartiene a Google! In poche parole farà di tutto per cacciarci via. Cosa'altro succederà più tardi?


    kal 1 Risposta
  • User Attivo

    @kyle46 non sarei così drastico. Google è molto bravo (ed in prospettiva imbattibile) per tutte quelle ricerche che prevedono un risultato semplice, veloce e standardizzabile.

    Ma ovunque sia richiesto un approfondimento basato sull'esperienza: lì crolla miseramente. E per il momento non ha mostrato alcun progresso significativo.

    Quello è il terreno dove bisogna giocare lato contenuti.


    kyle46 merlinox 2 Risposte
  • User Attivo

    @kal Esatto! Ho sempre considerato che avere un sito è come avere un account Facebook o altro Social newtwork. Se ciò che ho capito bene dal tuo discorso: non importa quanto un contenuto possa essere ben scritto e ottimizzato per la SEO... A Google importa se quell'articolo viene letto in media dagli utenti (e per quanto tempo). "L'articolo più letto si posizionerà in prima pagina, e se un concorrente viene letto di più rispetto al nostro, l'articolo che si era posizionato per quella determinata query di ricerca... Inizierà a scendere dalla Serp".
    Tutti questi cambiamenti, da parte di Google, hanno un senso! Che se solo ritornassimo indietro nel tempo a 10 anni prima... Sta cercando di eliminare la sporcizia dal web.


    kal 1 Risposta
  • Moderatore

    @kal diciamo che qui non sta dando una "risposta semplice" tanto meno proponendo un featured snippet. Qui si è fatto il suo vocabolario a botte di scraping e AI.


    kal 1 Risposta
  • User Attivo

    @kyle46 ha detto in Dizionari Online?! Addio...:

    Se ciò che ho capito bene dal tuo discorso: non importa quanto un contenuto possa essere ben scritto e ottimizzato per la SEO... A Google importa se quell'articolo viene letto in media dagli utenti

    No, non mi sono spiegato bene.

    A Google interessa una ed una sola cosa: che l'utente che usa Google per cercare, trovi quello che sta cercando.

    E se quella cosa è "il significato della parola dizionario", Google fornisce all'utente direttamente il significato della parola "dizionario". L'utente è contento anche senza cliccare. In contesti come questi non vale più la pena sbattersi a produrre del contenuto, perché Google risponde già efficacemente al 99% dei bisogni degli utenti.

    Se invece l'utente cerca cose più complesse come ad esempio "la storia dei dizionari", lì Google fa fatica a fornire una risposta rapida ed univoca. E questo è e rimane il territorio dei SEO: produrre dei contenuti che possano rappresentare "la miglior risposta possibile alle ricerche degli utenti", in modo che Google promuova il contenuto nelle prime posizioni.

    In questo caso l'utente clicca, è contento, Google registra questa esperienza positiva e rinforza la tua posizione.

    Dipende TANTISSIMO da quale è l'intento di ricerca.

    Qua trovi qualche info in più: https://www.sistrix.it/blog/lo-user-intent-e-la-chiave-del-successo-nella-seo/


  • User Attivo

    @merlinox ma no, a me pare proprio un Know Simple da manuale.

    L'utente cerca una definizione e Google gli da una definizione.

    Su come Google abbia ottenuto queste informazioni siamo d'accordo: è scorrettissimo. Ma è inevitabile che Google arrivi a questo, piaccia o non piaccia.

    Tutto ciò che può essere ricondotto ad un tipo di "sapere strutturato" è destinato ad essere mangiato da Google, presto o tardi.


    merlinox 1 Risposta
  • Moderatore

    @kal a me sembra ormai un vocabolario ben strutturato.


    kal 1 Risposta
  • User Attivo

    @merlinox sì ma alla fine che cos'è un dizionario? Sono definizioni in lista, correlate a volte tra di loro. E' un gigantesco dato strutturato.

    Il risultato finale potrà apparire complesso, ma la struttura sottostante è in realtà semplicissima.


  • Moderatore

    @kal ha detto in Dizionari Online?! Addio...:

    er cercare, trovi quello che sta cercando.

    Ciao
    Google sta cercando di portare tutto in casa. Quanto si spingerà, il più possibile, ma cercando di non uccidere i siti che producono contenuti.


    kal 1 Risposta
  • User Attivo

    @sermatica ci sono comunque degli ambiti dove non può spingersi. Google ragiona in modo algoritmico, per sua natura.

    Tutto ciò che è standardizzabile e scalabile, presto o tardi verrà mangiato da Google. Questo è garantito.

    Ma ci sono e resteranno ampissimi spazi di manovra dove questo non sarà possibile.

    Non senza una tecnologia di IA che ancora oggi è fantascienza.

    Fra 50 anni, chissà. Ma almeno nel medio periodo non vedo grossi scossoni in vista.