Dopo 16 anni di attività del Forum GT, oggi, da quello stesso forum, nasce una nuova Community: Connect.gt
Attualmente siamo in fase Alpha 0.1
SCOPRI TUTTE LE NOVITÀ CLICCANDO QUI

Oppure Lascia un feedback, Segnala un bug, Suggerisci miglioramenti o Togliti un dubbio!
  • User Attivo

    Italia.it chiude (forse). Qualche critica.

    Apprendo dal corriere online,
    come sia intenzione del ministro per i beni culturali Francesco Rutelli chiudere il portale italiano per il turismo italia.it

    Guardandolo con attenzione mi sorge spontanea qualche critica. E credo che possa essere preso come caso limite di "come non si posiziona" un sito.

    Per questo posto in questa sezione,
    se ho sbagliato chiedo venia ai moderatori.

    Sempre dal corriere, il ministro dichiara: «Quel sito o cambia oppure è meglio chiuderlo». Il motivo?
    il basso numero di visite rapportato agli enormi costi di gestione.

    Dato che per l'avvio del portale sono stati spesi "solo" 45 milioni di euro. 😮

    (io l'avrei posizionato ai primi posti in tutto il mondo anche con uno solo di milione e immagino che qualche esperto del forum anche con infinitamente meno)

    Critiche:

    • Il costo uno scandalo!!! (considerando che in quei soldi ci sono pure le tasse pagate da noi contribuenti e costate sudore)
    • La grafica, oltre le belle immagini in flash (quello è merito della bellezza del paesaggio italiano) è alquanto deprimente.
    • Infine e a mio giudizio più importante (visto la sezione) il posizionamento seo un disastro assoluto.Vorrei avviare una bella discussione in merito.
      io non sono un esperto seo, mi arrangio ma ho notato che:
    • Manca un assoluta ottimizzazione del tag Title. :():
    • Manca integralmente il tag description. 😞 (per chi ha realizzato il sito era un optional non compreso nel prezzo).
    • Il titolo h1 è uguale per tutto il portale e cioè il logo con l'illuminante slogan il "paese di qualità" 😮
    • Gli altri titoli h sono buttati a caso e senza parole chiave. Ad esempio in home h2 è badabem: "partiamo!" 😢Non ho verificato come sono i backlink, ma considero che un portale così dovrebbe ottenerne spontanei a iosa.

    Io tralascio i temi trattati dal sito. A detta degli esperti sono poco interessanti e spesso con gravi errori.

    Se volete io farei una petizione al ministro per affidare il portale italia.it al forum gt. Gli facciamo risparmiare un sacco di soldi e lo porteremmo al numero uno.
    Che ne dite?


  • User Attivo

    @Actarus said:

    Apprendo dal corriere online,
    come sia intenzione del ministro per i beni culturali Francesco Rutelli chiudere il portale italiano per il turismo italia.it

    Guardandolo con attenzione mi sorge spontanea qualche critica. E credo che possa essere preso come caso limite di "come non si posiziona" un sito.

    Per questo posto in questa sezione,
    se ho sbagliato chiedo venia ai moderatori.

    Sempre dal corriere, il ministro dichiara: «Quel sito o cambia oppure è meglio chiuderlo». Il motivo?
    il basso numero di visite rapportato agli enormi costi di gestione.

    Dato che per l'avvio del portale sono stati spesi "solo" 45 milioni di euro. 😮

    (io l'avrei posizionato ai primi posti in tutto il mondo anche con uno solo di milione e immagino che qualche esperto del forum anche con infinitamente meno)

    Critiche:

    • Il costo uno scandalo!!! (considerando che in quei soldi ci sono pure le tasse pagate da noi contribuenti e costate sudore)
    • La grafica, oltre le belle immagini in flash (quello è merito della bellezza del paesaggio italiano) è alquanto deprimente.
    • Infine e a mio giudizio più importante (visto la sezione) il posizionamento seo un disastro assoluto.Vorrei avviare una bella discussione in merito.
      io non sono un esperto seo, mi arrangio ma ho notato che:
    • Manca un assoluta ottimizzazione del tag Title. :():
    • Manca integralmente il tag description. 😞 (per chi ha realizzato il sito era un optional non compreso nel prezzo).
    • Il titolo h1 è uguale per tutto il portale e cioè il logo con l'illuminante slogan il "paese di qualità" 😮
    • Gli altri titoli h sono buttati a caso e senza parole chiave. Ad esempio in home h2 è badabem: "partiamo!" 😢Non ho verificato come sono i backlink, ma considero che un portale così dovrebbe ottenerne spontanei a iosa.

    Io tralascio i temi trattati dal sito. A detta degli esperti sono poco interessanti e spesso con gravi errori.

    Se volete io farei una petizione al ministro per affidare il portale italia.it al forum gt. Gli facciamo risparmiare un sacco di soldi e lo porteremmo al numero uno.
    Che ne dite?

    Dico che è un progetto nato male, ed è giusto che finisca.


  • Community Manager

    @Actarus said:

    Se volete io farei una petizione al ministro per affidare il portale italia.it al forum gt. Gli facciamo risparmiare un sacco di soldi e lo porteremmo al numero uno.

    Ah, noi ci offriamo volontari 🙂


  • User Attivo

    Purtroppo è solo un altro esempio di come l'Italia se ne freghi del webdesign, del Seo e in generale di Internet e riesca a sperperare tanti eurini così allegramente senza alcun tornaconto.
    Comunque per la petizione si può fare: saranno in tanti disposti a collaborare!
    Allora... chi mette su la pagina per votare? 😄


  • Community Manager

    Se create una pagina la possiamo anche piazzare qui (sarebbe meglio). Oppure potremmo usare un servizio esterno...


  • User Attivo

    Purtroppo una notizia del genere non può non sfociare in presunti politici.

    Il concetto puro e semplice è ... visto che sui miei contratti io prevedo che "se sbaglio devo pagare", di fare una petizione affinchè si richieda il rimborso dei soldi spesi e si reinvesta il capitale affindando il progetto a ditte più serie che non vogliono speculare sopra ma ottenere risultati.
    Chiaro e semplice.

    Non si tratta di bruscolini. Stiamo parlando - porca p*****a - di 45 milioni di euro, arrivati oggi a quasi 70 ... per cosa? Per un progetto di cui la stessa attuale amministrazione ha fatto flop in più di una occasione.

    Sono soldi nostri, li rivogliamo indietro.

    Stimai al tempo di un mio precedente post, che un progetto del genere, fatto da un team di 30 professionisti, hosting incluso, non sarebbe costato più di 2 milioni l'anno per il lavoro con stipendi da 5000 euro mese cadauno.
    Vogliamo esagerare? Mettiamo il rimborso spese e qualche acquisto software materiale, arrotondiamo a 5 milioni l'anno per essere buoni.
    Mettiamo 1 milione di hosting l'anno (esageratamente esageratissimo anche per 20 macchine in cluster).

    Ok, siamo a 6 milioni ... ora per arrivare a 45 miliardi ... ci vogliono 7.500 anni ... ok, i costi sono stati solo 12?
    Va bene ... prendiamo per buono che siano solo quelli (quando nei miei 5 milioni è previsto anche il costo per far lavorare quelle persone alla ricerca di informazioni da inserire nel portale e non pagare le varie amministrazioni e enti locali per farsi dare informazioni per giunta sbagliate).
    Comunque 12 miliardi / 6 ... sono sempre 2000 anni.

    Ok ... aggiungiamo altri 6 milioni di traduzioni? ... Siamo a 1000 anni ... insomma i conti non tornano e non torneranno mai !!!!

    Cioè rendiamoci conto che dietro questa affermata sconfitta c'è l'ennesima inculatura e ennesimo esproprio di denaro pubblico in favore di pochi soggetti.
    Poi non mi si venga a dire dobbiamo alzare le tasse e bla bla bla.
    Se davvero c'erano tutti quesi soldi a disposizione, perchè non sono stati reinvestiti per sanare il debito pubblico una volta per tutte e smettere di continuare a pagare interessi passivi su interessi?

    BASTAAAAAAAAAAAAA. La dobbiamo smettere. Si deve scendere in piazza una volta per tutte e farla finita con questi burocrati che pensano solo alla loro fine del mese.

    Perchè il Min. Rutelli non si fa ridare i soldi e dice al Forum GT di fare il sito per anche 1/10 dei soldi? sicuramente tutti ci pigliamo qualcosa e pure il governo ci fa miglior figura ottenendo dei seri risultati.


  • User

    No! la questione è più semplice ancora...
    non è altro che l'esempio più rilevante del fatto che anche i politici si adeguano alle nuove tendenze (sfruttando "la distrazione-ignoranza" della massa) !
    Invece di costruire l'ennesima cattedrale nel deserto si propongono con il "sito nel deserto"...cambia poco, il succo è sempre quello.
    Infondo sono sempre gli stessi che danno fiumi di soldi alla MS tra sistemi operativi ed applicativi ...ignorando spudoratamente l'opensource.
    Tutto ciò distraendoci con i viaggi in aereo di un politico piuttosto che un'altro... col far finta che il prezzo del pane non lieviti più del del suo impasto.
    Ma sì dai, diciamocelo una volta per tutte! in sostanza ...siamo terreno fertile per le inc...te. Il problema che veramente ci tocca nel profondo è che il costo della vasellina non è coperto dal sistema sanitario.
    Ci resta solo che discutere che marca PREFERIAMO ed amen!


  • Super User

    moroandrea, fai un po' di confusione coi numeri: 45 miliardi di euro diviso 6 farà anche 7500 anni, ma i 45 erano milioni, quindi 7,5. che sono comunque tanti non lo metto in dubbio, ma anche i costi da te stimati sono leggermente bassi. (e per giunta i milioni spesi finora non sono 45) Lo dico con cognizione di causa perché parlo con persone che alle riunioni da/per/con italia.it ci sono state, fisicamente.

    L'intento del post però non era il posizionamento? durante il RitaliaCamp Matteo di TSW ha tenuto un talk sul posizionamento di italia.it e ne ha concluso che non era messo proprio malissimo, a patto di ricevere 3 link ad alto trust da siti governativi, operazione che al governo costa 6 click, forse.
    su questo sono d'accordo.

    manca lo stesso un'adeguata preparazione lato SEO, come in molti progetti che nascono (e che però danno da mangiare - dopo - a molti di noi, non dimentichiamolo 🙂 ), e di questo si potrebbe discutere con criterio, ma io non la vedo così tragica come dite...


  • User Attivo

    @Tambu said:

    ma io non la vedo così tragica come dite...

    ciao Tambu,
    Non l'ho detto io che è tragica, ma il ministro, tanto che ha sfuriato o si cambia o si chiude.

    Il problema a mio giudizio è proprio grave perché si sperpera il nostro denaro con una disinvoltura disarmante.

    Francamente quando sento che si è sprecato denaro per un ponte, una strada, i dipendenti del quirinale, mi scandalizzo, mi arrabbio ma non ho punti di riferimento.

    Ma sentire 45 milioni di euro per il portale italia.it mi sembra un'enormità senza proprorzioni.

    Non che non si possano spendere tanti soldi per un portale, ma con un budget di partenza simile su internet realizzi la luna.
    Come minimo dovresti essere fra i primi portali in Italia e soprattutto nel mondo. Già nel mondo. Qui sta il punto. Un portale del genere deve essere (e così è stato concepito) una risorsa enorme per il paese. Un unico portale che parli e descriva dell'Italia in quante più lingue possibili. Se visto da questa prospettiva è ridicolo parlare di tre link istituzionali ad alto trust. Perché non penso che il governo cinese, americano o tedesco ti diano 3 link istituzionali.

    Non può esistere un progetto calato dall'alto e funziona. Vuol dire non avere una cognizione minima di internet. Perché quando il portale italiano si scontra con realtà straniere se non è ben organizzato prende botte da tutte le parti.

    Io ho analizzalizzato appositamente l'aspetto seo perché mi sembra abnorme l'errore.
    Siamo all'abc di un sito internet.
    Tu conosci chi ha lavorato al progetto, io vorrei conoscerlo per chiedere come avete fatto?
    Non si possono spendere 45 milioni e poi assegnare al tag h1 lo stesso testo per tutto il portale e con lo slogan "il paese di qualtà".
    A Google non gliene frega niente se spendi 1? o miliardi.
    Ma se gli dai h1 "il paese di qualità" come h2 "partiamo!" il tag description non lo metti, il tag title non ottimizzato nelle pagine, anche con i tre link istituzionali non risolvi il problema. I tre link servono ma non fanno miracoli.

    Ma se vogliamo rincarare la dose ci sono anche gravi carenze strutturali.

    Io presumo che chi ha elaborato il progetto si sia domandato:
    chi siamo?
    Cosa Vogliamo?
    Qual è il nostro pubblico?
    A chi ci dobbiamo rivolgere?
    Come ci dobbiamo rivolgere?
    Cosa abbiamo da dire?
    ...

    Lo diamo per scontato che sia stato fatto, ma da quale studio pubblicitario è nato lo slogan "italia.it il paese di qualità".
    Cioè noi ci differenziamo dagli altri perché siamo il paese di qualità?

    Sarebbe interessante analizzare i contenuti, l'accessibilità e il marketing ma usciremmo dall'argomento del post.

    Ma se posso fare una provocazione, lo diano a me italia.it o ad altra gente più in gamba in questo forum e vediamo cosa succede.


  • User Attivo

    @Giorgiotave said:

    Ah, noi ci offriamo volontari 🙂
    Dovremmo farlo veramente.. chi ha il numero di Rutelli?


  • User

    @Tiago said:

    Dovremmo farlo veramente.. chi ha il numero di Rutelli?

    con tutto il rispetto possibile per Rutelli e senza volerci mettere di mezzo la politica secondo me l'unico che potrebbe capire una proposta di questo tipo è antoniodipietro@antoniodipietro.com
    io gli ho scritto un email con il link a questa pagina. Tentar non nuoce, certo che se a tentare fossero un po' di persone di questo sito... 🙂


  • Moderatore

    All'uscita di italia.it c'è stata la più grande rivoluzione web che abbia mai visto in italia...

    Il sito è stato completamente distrutto in ogni sua parte da ogni seo/web designer d'Italia.

    Qui su GT ne abbiamo scritto di tutti i colori 🙂 ma naturalmente non è cambiato nulla.

    ste


  • Super User

    @Actarus said:

    Se visto da questa prospettiva è ridicolo parlare di tre link istituzionali ad alto trust. Perché non penso che il governo cinese, americano o tedesco ti diano 3 link istituzionali.

    si parlava naturalmente di link da siti istituzionali italiani, facenti parte dello stesso network di siti del governo che incorpora italia.it.
    diciamo, tanto per fare un paio di nomi, italia.gov.it e il sito del ministero proposto al turismo (che ora non so qual'è, al momento).


  • User Attivo

    Ragazzi,
    quando ci sono così tanti soldi sul tavolo e la politica di mezzo, non c'è spazio per i tecnici - è così, non solo per il web ha l'ho vissuto anche in altri ambiti, quando facevo il progettiere aerospaziale negli anni 90 ...

    Comunque tornando a noi io ho visto dietro le quinte del portale l'anno scorso (Dic. 2006) ... non posso dire molto tranne il fatto che
    quello che ho visto faceva pena (tanto per non scadere nello stile e nel tono della conversazione)

    In ogni caso la cifre di cui si parla non penso si possa giustificare, motivo della ribellione del popolo del web ed il conseguente google bombing (vi ricordate quando usciva primo per la query m&%da?)


  • User Attivo

    @sjachille said:

    Ragazzi,
    quando ci sono così tanti soldi sul tavolo e la politica di mezzo,

    Ecco il nocciolo del problema ... c'è la politica di mezzo ... ovvero ci sono gli amici dei politici ....

    che poi siano 45 miliardi come erroneamente ho scritto o 45 milioni ... ma hai più o meno idea di come fare a spendere una cifra del genere per un portale?
    Io francamente pur mettendomici di impegno non ci riuscirei?
    Forse costo poco? Devo ritoccare il mio tariffario?

    Siamo obiettivo. Ammettiamo che non siano sufficienti i 6 milioni di euro ... vogliamo fare 12 e altri 5 per le traduzioni ?? .... Mancano all'appello sempre altri 27 milioni che sono spariti come bruscolini al cinema.

    E poi scusami ... con uno stipendio da 5 mila euro al mese ... mi vorresti far credere che uno non sarebbe disposto a fare il proprio lavoro bene e in coerenza con l'obiettivo? Alla strenua di oggi dove i rincari e gli stipendi medi dell'IT sono - se ti dice bene - 1000 euro al mese ... (almeno qua da queste parti con tutte le spese connesse) ... vorresti farmi credere che ulteriori 4000 mila euro al mese non sarebbero sufficienti per spronarti a lavorare bene e solo per un progetto?

    Onestamente se mi venisse fatta una proposta del genere non potrei dire di no.

    E poi ... un team di 30 persone pensi non sia sufficiente per una realizzazione del genere?

    6 programmatori, 3 grafici, 3 sistemisti e 15 content editor?

    Diciamo la verità .... sono eccessivi i 2 milioni o quanto accidenti è stato dato a quell'agenzia per la realzizazione del marchio. Con quella somma doveva farne uno d'oro 18 carati largo 15mt per 12mt e metterlo a piazza della repubblica a roma. Non mi si venga a dire che "la creatività costa". Puoi essere il più grande creativo del mondo ... ma un conto è essere creativo, un conto è fare il ladro specie quando sai che i soldi non sono tuoi.


  • User Attivo

    Qualcuno scrive a Beppe Grillo? Se ne parla lui magari qualcuno lo ascolta...


  • User Attivo

    Provaci tu ... io più volte ho cercato di scrivere per coninvelgere la sua redazione in qualcosa di interessante ma mai nessuno che mi abbia mai risposto.
    Forse erano questioni troppo piccoler per il "grande beppe". Magari con questa notizia che già sà di nazionale e ha già un certo peso ti dà retta.


  • User

    Il progetto è in mano all'IBM.. conosco personalmente parte del team di sviluppo. Vi posso solamente dire che il sito è ospitato su un mainframe ibm. Probabilmente molti di voi neanche sanno cosa sia (ed è un bene) ma posso dirvi che il costo solamente dell'hardware supera 1mln di euro. E il software per far girare il tutto altrettanto. Quindi oltre alla spesa iniziale del progetto (40mln) c'è una cifra spropositata di gestione annua!
    Finchè non cambia fornitore le cose non miglioreranno.. è tutto in mano ad un elefante che ha fatto il bello e il cattivo tempo in ambiti bancari e ministeriali ma non hanno capito che qui la situazione è leggermente differente! Si meritano una fine lenta e dolorosa.. dannati elefanti! (e ve lo dice uno che ci lavora tutto il giorno con questo schifo)
    Speriamo si sveglino presto!


  • Super User

    @Furious said:

    Purtroppo è solo un altro esempio di come l'Italia se ne freghi del webdesign, del Seo e in generale di Internet e riesca a sperperare tanti eurini così allegramente senza alcun tornaconto.
    Comunque per la petizione si può fare: saranno in tanti disposti a collaborare!
    Allora... chi mette su la pagina per votare? 😄

    Secondo me, ahimè, in Italia non ci si disinteressa solo di un progetto del genere ma dei problemi fondamentali del paese, e questa è la cosa ancora più grave... I nostri amati cari politici se ne fregano di tutto.
    In ogni modo un progetto del genere affidato agli specialisti di questo forum sarebbe stato 100 volte migliore e sarebbe costato 100 volte meno.


  • User Attivo

    @moroandrea said:

    Provaci tu ... io più volte ho cercato di scrivere per coninvelgere la sua redazione in qualcosa di interessante ma mai nessuno che mi abbia mai risposto.
    Forse erano questioni troppo piccoler per il "grande beppe". Magari con questa notizia che già sà di nazionale e ha già un certo peso ti dà retta.

    Dobbiamo provarci in tanti, così forse Grillo/o chi per lui si renderà conto che non è una bazzecola quella di cui gli parliamo. Io gli ho già scritto una bella letterina: fatelo anche voi e forse avremo più possibilità di essere ascoltati!