• User Attivo

    Panda ubriaco?

    Ciao a tutti

    mi rifaccio a questo articolo, geeksyrup.com/seo/google-hits-geeksyrups-traffic-is-it-google-panda-update-again/

    che sintetizzo così: il 14 ottobre 2011 una marea di blogger/proprietari di siti ha dimezzato il suo traffico.

    Chi scrive l'articolo è sicuro di aver adottato tutti i provvedimenti per scampare da panda.

    E così anche io, che perdo il 50% del traffico da un giorno all'altro.

    Ci sono altri di voi che da quel giorno stanno pensando di aver sbagliato lavoro?

    grazie


  • User

    Io ho notato cambiamenti considerevoli anche sulla versione italiana (più di quelli avvvenuti nel giorno ufficiale della prima introduzione del panda su google.it), per la precisione il 13 ottobre, non il 14. Tu il 14? Oggi hai recuperato qualcosa? Gira voce che ieri notte ci sia stato un ulteriore aggiornamento ed alcuni siti penalizzati il 13 abbiano recuperato.
    Ciao.


  • User Attivo

    Concordo con bluemountains, anche io ho notato cambiamenti in serp il 13 ottobre (parecchi cambiamenti).


  • User

    Ecco, allora è colpa di Panda se ora il mio sito non compare più con nessuna keyword?
    Io sono stato colpito dall'11 ottobre e da allora la situazione non è cambiata.


  • User Attivo

    Dunque gli effetti dei cambiamenti partono il 14.

    Il risultato è una retrocessione TRASVERSALE di molte chiavi, anche solo di 3-4 posizioni, che però ha come risultato un calo di traffico immenso (essere tra le prime 3 posizioni in Google e slittare alla 6-7 con una chiave saprete che effetto ha).

    Ora sto monitorando chiavi che ho preso a campione e sembra che abbiano recuperato una posizione o due...

    Non so, stiamo a vedere.


  • Moderatore

    Ciao p_anhvu,

    Posso praticamente assicurarti che non è colpa del Panda.
    Devi cercare un'altra causa della presunta penalizzazione (puoi chiedere aiuto nella sezione apposita del forum).


  • User

    Ciao Gibbo89!
    L'avevo aperto un topic qua giorgiotave.it/forum/google/175489-praticamente-scomparso-da-google.html

    Ma non ho ancora ricevuto una risposta concreta.
    Sta colpendo un pò di siti di Altervista, ma non tutti.


  • User Newbie

    Giusto per informazione, anch'io sono stato colpito dal nuovo Panda...

    Colpito in maniera trasversale su più siti. I siti a cui mi riferisco sono siti di discreto livello con contenuti freschi e originali.

    Ad oggi le perdite di traffico si attestano tra il 30% e il 50%

    Rimaniamo in attesa di ulteriori e poco piacevoli movimenti improvvisi di Google.

    Concludo dicendo che a mio parere nell'ultimo periodo Google si sta facendo un po' odiare con questi movimenti repentini... va benissimo continuare a migliorare il loro algoritmo.. anzi.. è fondamentale.. ma ogni 2/3 mesi massacrare in questo modo... per poi correggere... boh... da un'azienda come Google mi aspetto un testing migliore...
    anche perché il movimento economico che generano ad ogni aggiornamento (a livello mondiale) è considerevole.


  • User

    Ragazzi.. aumento considirevole di pagine e blogs sempre sulle stesse tematiche.. altro che panda. Siete capaci di far stare 3 litri d'acqua in una bottiglia da 75cl?


  • User Attivo

    Sono due cose nettamente diverse... dopo 11 anni di lavoro sul web riesco a distinguerle, hendez, tranquillo...

    Sì il 14 c'è stato o un update del Panda o un grosso cambiamento dell'algoritmo, ho subito delle perdite anch'io, da un giorno all'altro... e devo dire invece che un mio concorrente di qualità, davvero un bel sito, sta invece andando molto bene e devo dire che se lo merita... in questo caso posso affermare (almeno per lui) che il Panda funziona bene...

    Vedremo cosa ci riserverà il futuro...
    :crying:


  • User Attivo

    Conferma da Matt Cuts: Panda 2.5.2 è arrivato nella notte del 13 ottobre! https://twitter.com/#!/mattcutts/status/124905069748559872


  • User

    Non so se è questo il problema, io sono stato escluso da tutte le keyword su google l'11 ottobre, come anche molti altri siti.
    Ecco potete vedere da histats:
    histats.com/viewstats/?act=2&sid=1491601


  • Super User

    @hendez said:

    Ragazzi.. aumento considirevole di pagine e blogs sempre sulle stesse tematiche.. altro che panda. Siete capaci di far stare 3 litri d'acqua in una bottiglia da 75cl?

    Non vorrei sembrar "bastian contrario" ma , a mio avviso, Hendez ha praticamente ragione.

    E' vero Panda con tutti i suoi aggiornamenti ha sicuramente modificato criteri e fondamenta delle valutazione di un sito da parte di G., per carità, chi lo mette in dubbio, ma è anche vero che ogni giorno, praticamente ad ogni ora, aumentano i siti e le pagine.
    E come si può pensare di restare sempre allo stesso posto per mesi ed anni?

    Io ho un po di siti : alcuni hanno risentito di un calo, altri sono saliti di posizione e migliorato il traffico.
    Nella dinamica e nella logica è impensabile che si resti sempre nelle stesse posizioni per secoli : il web corre veloce e, qui mi attirerò le antipatie di molti, è anche giusto che in sede di rivalutazione dei siti , ci siano siti che vanno più in alto e altri che vanno giù.

    Due osservazioni : per troppo tempo ci siamo "cullati" nell'immagine di una serp a volte fin troppo statica che assicurava ad "alcuni" il privilegio di molte posizioni ( faticosamente conquistate, d'accordo ma il web...corre veloce ) e questo fa si che non accettiamo i "mutamenti" indotti anche da milioni di pagine che ogni giorno vengono create.

    La seconda è che spesso sento accennare a "motivi economici " : ma il primo pensiero di G., almeno ora, non è quella di salvaguardare gli introiti dei publisher ma quanto quella di cercare di migliorare la ricerca, o almeno tentarci.
    Ovvio che in tutto questo c'è chi perde e chi vince .
    E faccio un esempio : mio nonno aveva una pizzeria ben avviata dove i giovani erano un parte piuttosto predominante.
    Quando è iniziato il proliferare di piccole pizzetterie con annesse cornetterie, ebbe un calo drastico via via sempre più drammatico : ma lui non volle rinnovarsi e per anni si è "lamentato" fino al punto di pensare di chiudere l'attività fino a quando un suo nipote non ha preso le redini e "migliorato" il tutto al punto che è letteralmente risorto.

    Con questo voglio dire che se da qualche parte arrivano tantissime new entri, e magari Google da più rilievo e importanza ai contenuti dove , ovviamente, quelli di siti nelle prime posizioni vengono diluiti e dispersi , a rigor di logica devo pensare solo che il web è diventato...più concorrenziale, e quindi , per certi aspetti, più faticoso mantenere posizioni e visibilità.

    Conclusione : io cerco di lavorare e nel breve di capire i motivi che premiano certi miei siti e che penalizzano altri.
    Perchè alla fine occorre "lavorare", "rinnovarsi" e...incrociare un po le dita nella speranza di aver imboccato la strada giusta come in tutte le cose, anche ...in fatto di pizzerie!


  • User

    Cioè ma allora se uno creasse un sito da adesso non ha nessuna possibilità di essere trovato su google?
    Non è il mio caso però io ho un sito la quale gli è stato escluso da qualsiasi keyword, non è retrocesso di qualche posizione!
    Non è normale, sembra sia stato messo in quarantena!


  • Super User

    @p_anhvu said:

    Cioè ma allora se uno creasse un sito da adesso non ha nessuna possibilità di essere trovato su google?

    Mi sembrava di aver detto esattamente il contrario, ma devo essermi spiegato decisamente male.

    Il problema è proprio che ora Google sembra dare molta più rilevanza ai contenuti nuovi , cioè sembra tenerne più conto.
    E' ovvio che se sei in terza posizione...e nascono molti tuoi "competitor" ora è più difficile mantenere le posizioni conquistate.

    Un giorno ho letto "come consiglio SEO" ( sob ) quello di ceracre di conquistare la prima posizione per una data chiave , posizione, assicurava l'autore, dalla quale nessuno avrebbe poi potuto scalzarci per lungo tempo.

    A me è capitato e per alcune key ci sono ancora, ma mesi fa c'erano dei miei competitor che, ragionando allo stesso modo, non avrebbero dovuto temere, e invece per uno che è salito, qualche altro ...è sceso.

    In definitiva il classico "c'è spazio per tutti" mi sembra che si stia realizzando tutto solo che , per il noto principio enunciato da Hendez, che non riesci a far stare 3 litri d'acqua in 75 cc di bottiglia, solo una parte di queste finisce in quelli ( prime pagine ) , tutto il resto è in altre bottiglie.

    Insomma se tu metti in fila indiana tutte le pagine del web qualcuno sarà pure prima ma tanti altri ....seconde, terze, quarte e cosi via.
    Ora se qualcuno ti dice, ok, fino ad ora abbiamo ordinato per altezza , ora ordiniamo per larghezza e cambia la fila visto anche le numerose "new entry" , c'è poco da recriminare .

    Tutti vorrebbero stare al primo posto in prima pagina, ovvio.
    E come vedi in ultimo consigliavo di "lavorare"....tantissimo : lamentarsi non cambia niente e si perdono solo energie.


  • User Newbie

    Bluwebmaster, hai sicuramente ragione sotto diversi aspetti.. però stiamo parlando di due fenomeni profondamente diversi.

    Il primo, quello naturale, crea dei saliscendi naturali nelle serp dovuti alla continua immissione di nuovi contenuti e alla crescita del web (simile al discorso della pizzeria).

    Il secondo è un drammatico sali scendi che porta un sito "stabile" a perdere il 60% (se non peggio) del suo traffico in un giorno.

    Tutti noi siamo coscienti del fatto che i competitors aumentano ogni giorno e quindi dobbiamo continuare a migliorarci... ma vedere il 60% dei propri sforzi spazzati via per un aggiornamento beh.. questo è (a parer mio) grave!

    Anche perchè ovviamente sto parlando di siti in linea con le linee guida di google...(altrimenti non starei neanche qui a scrivere...) se io faccio contenuti di buon livello per i lettori.. e seguo le linee guida di google, non ha molto senso che di punto in bianco vengo "penalizzato" no?

    Ovviamente in questo momento sono nervoso... ma i ragionamenti comunque filano.. ^_^


  • User Attivo

    @Ale84 said:

    Bluwebmaster, hai sicuramente ragione sotto diversi aspetti.. però stiamo parlando di due fenomeni profondamente diversi.

    Concordo. Bluwebmaster fa sempre interventi interessanti ed intelligenti, ma in questo thread stiamo parlando d'altro...


  • Super User

    @Ale84 said:

    Il secondo è un drammatico sali scendi che porta un sito "stabile" a perdere il 60% (se non peggio) del suo traffico in un giorno.

    A mio avviso il concetto di "stabile" è quello che lasciava dormire sugli "allori" molti webmaster e...ehm...molti SEO.

    @Ale84 said:

    ... ma vedere il 60% dei propri sforzi spazzati via per un aggiornamento beh.. questo è (a parer mio) grave!

    E' l'esempio della pizzeria : anche il nonno nel giro di un annetto vide i sacrifici e gli sforzi di anni "bruciati" e immolati sull'altare dei "giovani che cambiano".
    Il ragionamento corretto sarebbe : è colpa del nonno che restava "indifferente" a ogni segnale di cambiamento e non sapeva adeguarsi , o è colpa dei giovani che cambiavano?
    E se i giovani ( i gusti ) sono cambiati, non ci vedo nulla di grave in questo.

    @Ale84 said:

    Anche perchè ovviamente sto parlando di siti in linea con le linee guida di google...(altrimenti non starei neanche qui a scrivere...) se io faccio contenuti di buon livello per i lettori.. e seguo le linee guida di google, non ha molto senso che di punto in bianco vengo "penalizzato" no?

    Il ragionamento è correttissimo : le linee guida andrebbero aggiornate.
    Ma Google , salvo miglior parere, non è che di punto in bianco è impazzito e ha deciso di rimescolare le carte : è questo che vorrei far capire.
    Bisogna ascrivergli almeno la "buona fede" nel tentativo di migliorare la funzione per cui è nato : ossia la ricerca .
    Allora mi chiedo : ma erano certi siti "sopravvalutati" prima oppure effettivamente ci troviamo di fronte a una "svalutazione" attuale?

    Come al solito una salita , vista dall'alto, somiglia stranamente a una discesa : qualcuno potrebbe sostenere che in serp molti siti che "primeggiavano" non erano poi "qualitativamente" così distinguibili e ora si avvantaggiano quelli che invece lo erano ma erano ingiustamente penalizzati prima di Panda Update.
    Infatti mi chiedo : cosa pensano i webmaster dei siti che invece da tutto questo ne hanno tratto vantaggio?
    Pensano che prima erano discriminati e invece adesso sono apprezzati.

    Anche perchè in buona sostanza nessuno può sostenere che i suoi contenuti sono migliori di quelli di altri : quindi , ammesso per un istante, di chiamare Google come arbitro , lui ha deciso così.
    In fondo Google potrebbe risponderci : ma non esisto solo io come motore di ricerca, no?

    E tieni presente che sono di quelli che ha visto alcuni suoi siti "crescere" e altri "crollare" dopo Panda : tuttavia invece di "piangermi addosso" sto cercando di capire le ragioni di perchè questo va in alto e quell'altro va in basso.

    E tieni presente un ultima cosa : quelli più drammaticamente "malconci" sono i SEO che per anni hanno venduto ai loro clienti la loro professionalità per ottenere "buoni risultati" in serp e che ora, di fronte ai clienti increduli di tanti crolli verticali, nemmeno sanno cosa rispondere .
    Pensa a quanti SEO hanno venduto la propria consulenza, magari in modo anche salato, per ottenere risultati e ora si trovano di fronte a dei clienti quasi "inferociti" che non comprendono le ragioni di uno "sfascio" evidente ma di sicuro ...non penseranno bene di quelli a cui si erano rivolti.

    Da questo punto di vista esprimo tutta la mia solidarietà ai SEO, ovviamente a quelli che hanno fatto onestamente il proprio lavoro e che non si sono improvvisati.


  • Super User

    @444523 said:

    ma in questo thread stiamo parlando d'altro...

    Ti ringrazio per i complimenti .
    Tuttavia, non per presunzione, credo che si stia "contestando" Panda , visto anche il titolo del thread : di qui, era implicito il mio invito, piuttosto che "lamentarsi" di rimboccarsi le maniche e lavorare.

    Però mi farebbe piacere capire perchè, secondo te, sarei OT.
    Magari hai ragione e non me ne sono avveduto.


  • User Newbie

    @bluwebmaster said:

    A mio avviso il concetto di "stabile" è quello che lasciava dormire sugli "allori" molti webmaster e...ehm...molti SEO.

    E' l'esempio della pizzeria : anche il nonno nel giro di un annetto vide i sacrifici e gli sforzi di anni "bruciati" e immolati sull'altare dei "giovani che cambiano".
    Il ragionamento corretto sarebbe : è colpa del nonno che restava "indifferente" a ogni segnale di cambiamento e non sapeva adeguarsi , o è colpa dei giovani che cambiavano?
    E se i giovani ( i gusti ) sono cambiati, non ci vedo nulla di grave in questo.

    Abbiamo visioni diverse su questo punto, mi spiego:

    Il discorso del nonno equivale a dire ok, ad oggi il mio sito porta un tot di visite, mi stanno bene, non miglioro più il mio sito, ne vivo di rendita e stop.
    Ovviamente nel frattempo le regole del gioco cambiano e tu vedi pian piano il tuo sito scendere nelle serp, nelle visite ecc.
    Ma questo a mio avviso non è il caso.

    Un esempio più calzante è invece questo (sempre riferito alla pizzeria).

    Io ho la mia bella pizzeria che funziona bene.. la gente è contenta.. e io seguo tutte le linee guida e i consigli del comune (è un esempio)...
    Ad un certo punto il comune decide di chiudermi le vie in entrata ed in uscita della piazza in cui sta la mia pizzeria.. perchè decide di fare una grande area pedonale...
    Sicuramente il comune ha i suoi buoni motivi per farlo ma io dall'oggi al domani perdo il 60% della mia clientela perchè i miei clienti non possono più venire a prendersi la pizza in macchina e quindi vanno da un'altra parte.

    Mi segui? Il calo non è naturale.. è dettato da un cambio repentino delle regole.

    Tra l'altro,tornando a google, queste regole dovrebbero favorire i siti di qualità ma ieri ho letto un post(se ritrovo il link lo posto) di una ragazza (inglese o americana, non ricordo) che portava degli esempi di alcuni suoi contenuti che erano stati superati da altri qualitativamente inferiori e che offrivano una user experience meno positiva (ovviamente a parer suo, ma sembrava una persona piuttosto ponderata e seria quindi credo che le sue considerazioni fossero reali e non "giusto per parlare").

    A mio avviso bisogna quindi tenere anche in considerazione che google ha a che fare con un algoritmo immenso e complesso...e questo algoritmo è soggetto a errori e bug, esattamente come ogni altro software (parlo da programmatore) ed è quindi matematico che via sia una determinata % di "errore".

    Chi viene qui a scrivere (me compreso), lo fa normalmente perchè è caduto (mi auguro temporaneamente) in questa percentuale di errore (ovviamente mi auguro che non si lamentino coloro che hanno messo insieme siti con script per recuperare contenuti/siti con 100 parole di contenuto spinnato e 4 annunci adsense ecc...).
    Insomma stiamo parlando di siti che sono stati fatti con un minimo di impegno e buon senso... non con lo scopo di fregare il sistema...

    Ovviamente queste sono opinioni mie personali e non voglio dare ne torto ne ragione a nessuno... semplicemente esprimo il mio punto di vista in modo da potermi confrontare anche con chi la pensa diversamente.

    Ciao