Dopo 16 anni di attività del Forum GT, oggi, da quello stesso forum, nasce una nuova Community: Connect.gt
Attualmente siamo in fase Alpha 0.1
SCOPRI TUTTE LE NOVITÀ CLICCANDO QUI

Oppure Lascia un feedback, Segnala un bug, Suggerisci miglioramenti o Togliti un dubbio!
  • User Newbie

    Esame indetto dalla provincia non molto chiaro...

    Buonasera, volevo un'informazione. Mi sono iscritta (pagando ben 150?) ad un esame indetto dalla provincia per ottenere un "patentino" per l'esercizio di consulenza dei mezzi di trasporto.
    domani verranno pubblicati i quesiti tra i quali poi ne verranno "pescati" i 25 che ci saranno all'esame. fin qui tutto ok.

    io sono già in possesso di circa 600 quesiti (mi sono stati dati da un amico che l'aveva provato a fare nel 2006 ma che non era riuscito a passare) e così intanto, per prepararmi, ho provato a rispondere a questi.
    Ho comprato il libro consigliato per la preparazione, aggiornato a gennaio 2008, ma in questo non trovo tutte le risposte...

    ho cercato in internet ma non trovo gli articoli e le leggi aggiornate...così ho mandato una mail alla responsabile chiedendo se era possibile avere le risposte ai 600 quesiti (visto che si tratta di quesiti a risposta multipla)..
    la risposta è stata che la commissione ha deciso di non fornire le risposte...

    è questa una cosa possibile? sarà che frequento ancora l'università...e quindi sono abituata al fatto che un professore non può negarmi la correzione di un esame...ma questo non mi sembra proprio corretto...

    Infatti nel sito di altre provincie ho visto che hanno pubblicato i quesiti e anche le risposte! (ma purtroppo solo alcuni erano comuni ai miei)

    Altra informazione: sulle MODALITA' DI SVOLGIMENTO DELLA PROVA D'ESAME viene riportata questa regola:

    • al candidato, nel giorno prefissato per la prova scritta, sono consegnate due buste: una grande munita di linguetta staccabile, ed una piccola contenente un cartoncino bianco.

    • il candidato, dopo aver svolto la prova, senza apporvi sottoscrizione nè altro contrassegno, mette il foglio o i fogli nonchè le minute e i fogli non utilizzati nella busta grande, scrive il proprio nome e cognome, la data e il luogo di nascita nel cartoncino e lo chiude nella busta piccola.

    pone quindi la busta piccola nella grande e consegna al presidente della commissione. questo, o un altro componente appone trasversalmente sulla busta, in modo che vi resti compreso il lembo di chiusura e la restante parte della busta stessa, la propria firma.

    • è vietata l'indicazione sui fogli o sulle buste consegnate del cognome e nome del concorrente nonchè l'apposizione di un qualunque segno di riconoscimento che possa servire ad identificare l'autore dell'elaborato.

    ma come? forse ho capito male...ma da quello che c'è scritto, mi pare di capire che nel foglio delle risposte non devo mettere il mio nome...ma lo devo scrivere in un cartoncino che inserisco nella busta contentente anche l'esame...

    ma quindi, al momento della correzione...quando le buste verranno aperte, il mio esame potrà essere sostituito con quello di un'altro!

    non riesco proprio a capire come possa esistere un tale regolamento...

    spero riusciate a darmi qualche delucidazione...

    grazie mille!

    ias87


  • User Attivo

    Ti posso rispondere al secondo quesito perchè proprio ieri ho fatto l'esame scritto per un concorso nella pubblica amministrazione nella mia zona.

    Mi è stato dato un foglietto bianco in cui scrivere il mio nome e una busta nel quale inserire il foglietto e sigillarla con l'adesivo. Questa poi va infilata nella busta grande che ti consegnano insieme a dei fogli protocollo. Alla fine della prova i fogli di brutta e di bella vanno inseriti insieme alla busta piccola nella busta grande.

    *E' assolutamente vietato scrivere nome cognome o qualunque scarabocchio che venga ricondotto a te pena la nullità della prova. Puoi anche aver scritto un papiro e dato tutte le risposte giuste ma se ci leggono sopra il tuo nome puoi dire addio al tuo esame!! Quindi evita.
    *
    Questo perchè? La correzione degli elaborati deve essere imparziale e anonima. Come può essere imparziale la correzione se, metti il caso, un membro della commissione ti conosce? Appena legge il tuo nome, non cercherebbe di aiutarti? E questo non è essere imparziali. Tu saresti contento/a..ma io mi "altererei" parecchio..non trovi?

    E non penso che si possano scambiare gli elaborati..apriranno una busta alla volta e una volta corretto il compito la richiudono..oppure a fine correzione la aprono per collegare il compito, e quindi un punteggio, al proprietario dello scritto ma questo solo dopo averlo corretto altrimenti vi sarebbe una non-imparzialità..


  • User Newbie

    sarà...ma sono molto diffidente...perchè non credo che la correzione avvenga in modo così scrupoloso...(tipo aprire una busta alla volta ecc...)...se ne sentono tante in giro...

    non era meglio identificare il proprio foglio d'esame con un numero tipo a 4 cifre ASSEGNATO CASUALMENTE in sede d'esame? e poi comunque fare come da regolamento, cioè inserire il tutto in una busta con un cartoncino con il nostro nome ecc...

    tanto alla fine se uno vuole aiutare qualcuno ce la fa lo stesso...


  • User

    @ias87 said:

    sarà...ma sono molto diffidente...perchè non credo che la correzione avvenga in modo così scrupoloso...(tipo aprire una busta alla volta ecc...)...se ne sentono tante in giro...

    non era meglio identificare il proprio foglio d'esame con un numero tipo a 4 cifre ASSEGNATO CASUALMENTE in sede d'esame? e poi comunque fare come da regolamento, cioè inserire il tutto in una busta con un cartoncino con il nostro nome ecc...

    tanto alla fine se uno vuole aiutare qualcuno ce la fa lo stesso...

    sono d'accordo con te
    potrebbero anche esserci gli estremi per un evenutale ricorso al tar.