Dopo 16 anni di attività del Forum GT, oggi, da quello stesso forum, nasce una nuova Community: Connect.gt
Attualmente siamo in fase Alpha 0.1
SCOPRI TUTTE LE NOVITÀ CLICCANDO QUI

Oppure Lascia un feedback, Segnala un bug, Suggerisci miglioramenti o Togliti un dubbio!
  • User

    Come scegliere un agenzia di webmarketing?

    Ciao, posso essere considerato come un intruso infatti non sono un esperto di
    webmarketing, leggo, non da molto tempo, il vostro forum e mi sono iscritto
    per cercare di capire i meccanismi che regolano lo sviluppo di un sito in rete, sperando di arrivare ad avere una base minima di conoscenze prima di entrare in contatto con agenzia per sviluppare un programma per il nostro sito.
    Il nostro sito è in rete da agosto, ed ora stiamo pensando di rivolgerci ad una agenzia, ma la scelta non è facile, siamo pieni di dubbi , e chiedo:

    Come scegliere un'agenzia di webmarketing?
    E' possibile arrivare alla scelta finale con poche nozioni in materia?
    Come posso fidarmi sulla competenza del marketer su un prodotto come il nostro (raro, unico)che non segue gli stessi meccanismi di vendita della maggior parte dei prodotti più venduti in rete?
    E' possibile scegliere e aver fiducia di un agenzia anche se si ha solo un contatto in rete?
    Per sviluppare il nostro sito su un mercato ben definito (es.Florida) mi devo rivolgere nella regione di competenza ?

    Brevemente vi posso dire che la nostra ditta (mia moglie ed io) esiste da 10 anni, il nostro è un prodotto unico, raro e completamente artigianale, creato in piccole quantità, per una clientea di alto livello e che abbiamo sempre venduto molto bene nel nostro atelier-shop ed in altre boutique.
    Dall'inizio del 2006 abbiamo deciso di cercare la via del web con il nostro sito http://www.relationsdevoyages.com che è attivo da circa tre mesi.

    Vi ringrazio per l'aiuto che ci potrete dare e grazie per l'ospitalità.


  • Super User

    ho sbirciato il vostro sito....
    le borse sono splendide!!! grande idea, complimenti....

    avete punti vendita a milano?


  • User

    No, non abbiamo punti vendita in Italia, li abbiamo avuti, ma abbiamo deciso di puntare su internet.
    Ti utilizzo come cavia, ma c'è qualcosa nel sito che può bloccare un eventuale acquirente?
    Da parte nostra non siamo soddisfatti e convinti della parte e-commerce, ma purtroppo per il momento non abbiamo le possibilità per cambiare.


  • Super User

    Beh non è facile rispondere alla tua domanda. Certamente se devi vendere solo in Florida sembra una buona cosa rivolgersi ad un'agenzia del luogo.

    Ma nel tuo caso presumo che il tuo mercato sia statunitense, ma anche russo e che ne so, cinese. In questo caso allora conviene rivolgersi ad un'agenzia affermata in italia con buoni contatti esteri.

    Quanto alla competenza/professionalità dell'agenzia, beh il modo migliore per capire se è buona è quello di esaminare i clienti acquisiti, il loro grado di soddisfazione (anche contattarli se è possibile). Se un'azienda non li mostra nel suo sito o perlomeno non ne parla durante un incontro, allora io ci penserei due volte prima di affidargli l'incarico. Questo forum peraltro è un buono strumento per conoscere vita, morte e miracoli di aziende di web marketing.

    Ho sbirciato il tuo sito velocemente, sembra un prodotto eccellente, con una buona campagna secondo me puoi sfondare ovunque. Mi sembra anche un prodotto da Emirati Arabi, ci hai pensato? 🙂


  • User

    Grazie Catone, ma dalla nostra esperienza maturata in questi dieci anni
    passati in posti molti diversi tra loro, come clienti e ambienti abbiamo notato che il nostro cliente tipo ha già in casa borse di "griffe"di moda e quindi vuole comprare qualcosa di nuovo, unico e di "niccchia" che l'amica o amico non ce l'ha , e quindi non sono i russi e cinesi che sono legati ancora ad una moda da mostrare del "marchio" conosciuto come simbolo di ricchezza; i nostri clienti migliori sono stati americani italiani, svizzeri, belgi, che non danno più molta importanza al "marchio" come simbolo di successo.Per i paesi arabi è lo stesso discorso bisogna arrivare a quelli che vivono o hanno vissuto in occidente e conoscono il valore delle cose belle e ben fatte.
    La Florida era un esempio, come può essere la California o le Bahamas o le Antille che per il clima estivo si adattano meglio al nostro prodotto (essenzialmente per l'estate) e che quindi potrebbe essere un mercato aperto tutto l'anno, a differenza dell'Europa.
    Noi non siamo contenti della parte e-commerce, troviamo che non mette in valore il nostro prodotto e che è dispersiva, purtroppo abbiamo usato un opensource, ma sappiamo che dovremo cambiarla per dare più valore al sito, pensi che possa bolccare l'utente al momento dell'acquisto? dalle statistiche vediamo che ci sono molte cliccate su" buy now" e che poi non arrivano a buon fine.
    Penso che il nostro prodotto esca dalle startegie classiche di webmarketing
    e la nostra difficoltà è proprio capire se il marketer ha capito il prodotto.


  • Super User

    Allora io preferisco essere schietto e antipatico! 🙂
    Quindi ti dico che, a mio avviso, a prescindere della piattaforma open, che, customizzata in una certa maniera funziona molto bene, trovo diversi errori nel tuo sito. Parlo di comunicazione non di tecnica.

    Non so, i colori ad esempio: non mi convince il grigio di base. i font sono piccoli. Solo per citare un paio di esempi. Non mi convince del tutto ad acquistare onestamente.

    Quindi, non prendertela assolutamente, ma io, prima di operare uno studio di web marketing provederei una revisione del sito da parte di un bravo grafico che sappia definire un layout più accattivante e più convincente.

    Poi, ovviamente, per il tipo di prodotto io non rinuncerei ad un buona campagna Seo, ma, sopprattutto, ad un ppc, che se gestito bene, può portare a ottimi risultati.

    Ovviamente imho! 🙂


  • User

    Grazie mille per la schiettezza era quello che cercavamo.
    Le osservazioni che fai le avevamo già notate anche noi, ma ho paura che sia negativo cambiare adesso che il sito ha iniziato la sua vita in rete.
    Comunque valuteremo bene cosa fare.


  • Super User
    • il sito per me è carino...ma va riordinato...migliorare la gestione spazi ed il carattere. belle le foto e lo sfondo coerenti con il prodotto.
    • scarse vendite in e-commerce:
    • il prodotto ha un costo elevato...
    • come dici tu, è un prodotto emozionale, lo vendi alle antille...sa di vacanza.... in qualche modo vendi la sensazione più del prodotto..
    • pechè non affiancare una micro distribuzione alternativa? ad esempi a milano ci sono un paio di LIBRERIE DEL MARE... prova ad uscire dai soliti negozi... fare un prodotto magari più accessibile e distribuirlo in un paio di negozi fortemente caratterizzati dall'idea di mare e di viaggio... avresti anche maggior forza contrattuale che non nei classici negozi di borse o abbigliamento....fammi sapere cosa ne pensi...

  • Moderatore

    Mi introduco nel discorso... le immagini sono pesanti nel caricamento, IMHO troppo troppo.

    La preview della sacca del marinaio MF002 pesa 239kb 😮

    Anche se con l'ADSL, ma sono davvero tanto pesanti...

    IMHO concordo con Catone, sarebbe meglio prima un ritocco di tutte queste cose (grigio di base, immagini pesanti, ... ) e poi pensare al web marketing.

    @vincenzo cassitto said:

    ma ho paura che sia negativo cambiare adesso che il sito ha iniziato la sua vita in rete.

    Meglio cambiare ora, che il sito ha solo 3 mesi, che poi 🙂


  • Super User

    è un problema di emozioni....
    io non comprerei una sacca da marinaio su internet..


  • Moderatore

    @SpiderPanoz said:

    è un problema di emozioni....
    io non comprerei una sacca da marinaio su internet..

    Io la comprerei anche su ebay 😄


  • Moderatore

    @vincenzo cassitto said:

    Penso che il nostro prodotto esca dalle startegie classiche di webmarketing
    Non credo. Penso piuttosto che il vostro prodotto (e soprattutto il vostro target) necessiti anche di marketing off-line. E comunque sono in voga tante strategie poco "classiche" di webmarketing di questi tempi che potrebbero fare al caso vostro.


  • Bannato Super User

    Secondo il mio punto di vista, la prima cosa che dovreste fare dovrebbe essere cercare di individuare il target principale a cui vi volete rivolgere e questo a prescindere dalla regione e dagli eventuali difetti di forma del sito.

    Quali sono i nostri attuali clienti e perchè ? Quali potrebbero essere i nuovi clienti che potremo raggiungere grazie ad internet ?

    Scrivevo sopra, a prescindere dalla regione e dagli eventuali difetti di forma del sito, perchè ?

    Perchè a seconda dei risultati che otterrete con l'analisi che ho citato dovrete agire di conseguenza.

    Per esperienza personale, è molto difficile definire a priori qual'è e come dovrebbe essere il sito ideale, quello che stimolerebbe di più lo spirito emozionale dei vostri visitatori, come è praticamente impossibile costruire un sito che possa piacere tanto alla giovane donna metropolitana Milanese che alla sua coetanea californiana.

    A questo punto converrai con me che è importante individuare il target principale, sarà quello attorno al quale dovrete costruire la vostra strategia di comunicazione.

    Opinione personale e come tale opinabilisssssima 😉


  • User

    @SpiderPanoz said:

    • il sito per me è carino...ma va riordinato...migliorare la gestione spazi ed il carattere. belle le foto e lo sfondo coerenti con il prodotto.
    • scarse vendite in e-commerce:
    • il prodotto ha un costo elevato...
    • come dici tu, è un prodotto emozionale, lo vendi alle antille...sa di vacanza.... in qualche modo vendi la sensazione più del prodotto..
    • pechè non affiancare una micro distribuzione alternativa? ad esempi a milano ci sono un paio di LIBRERIE DEL MARE... prova ad uscire dai soliti negozi... fare un prodotto magari più accessibile e distribuirlo in un paio di negozi fortemente caratterizzati dall'idea di mare e di viaggio... avresti anche maggior forza contrattuale che non nei classici negozi di borse o abbigliamento....fammi sapere cosa ne pensi...
      Grazie per le risposte che vedo sono molto diverse fra loro.
      I prezzi sono elevati, ma gli scorsi anni nelle boutique dove si vendevano, i prezzi, per alcuni modelli superavano le 1200 ?,
      forse non è un problema di prezzi ma, il cliente vuole sentire, toccare e vedere, come quando entravano nel nostro atelier-shop di Pietrasanta ed erano sedotti dall'atmosfera dell'ambiente che avevamo creato.
      Certamente nel sito non siamo riusciti a trasmettere delle senzazioni similari.Vorremmo adesso legare al sito un blog che può essere anche il nostro atelier giornaliero di creazione oltre al resto.
      La vendita presso altri punti vendita diversi dalle boutique ci interessa molto, anzi crediamo molto che le nostre borse si prestano per locali di vendita diversi dalle classiche boutique, ma non è facile, molti sono reticenti ad uscire dal loro" seminato"ed hanno paura di iniziare qualcosa di nuovo, abbiamo avuto dei contatti con la Libreria del mare di Roma tramite un nostro amico che aveva presentato i nostri prodotti ma la nostra mail di presentazione è caduta nel vuoto:?
      la mail non aiuta?:?

  • User

    @Webtronic said:

    Non credo. Penso piuttosto che il vostro prodotto (e soprattutto il vostro target) necessiti anche di marketing off-line. E comunque sono in voga tante strategie poco "classiche" di webmarketing di questi tempi che potrebbero fare al caso vostro.

    Infatti è quello che pensiamo, che le due possibilità siano in sinergia, tre anni fa avevamo spedito dei redazionali in Italia a molte riviste,(moda, design, viaggi, nautica) e alcune ci pubblicarono(una piccola foto con due righe) ci telefonarono da tutta Italia per sapere il prezzo della borse che avevano visto in foto ed abbiamo fatto molte vendita solamente su una piccola foto, è da allora che abbiamo pensato di puntare sulla vendita su internet, il problema è che il nostro target non è elevato, comunque quali sarebbero le strategie
    poco classiche di cui parli? Grazie per il consiglio


  • User

    @Dell'Orto Fabio said:

    Secondo il mio punto di vista, la prima cosa che dovreste fare dovrebbe essere cercare di individuare il target principale a cui vi volete rivolgere e questo a prescindere dalla regione e dagli eventuali difetti di forma del sito.

    Quali sono i nostri attuali clienti e perchè ? Quali potrebbero essere i nuovi clienti che potremo raggiungere grazie ad internet ?

    Scrivevo sopra, a prescindere dalla regione e dagli eventuali difetti di forma del sito, perchè ?

    Perchè a seconda dei risultati che otterrete con l'analisi che ho citato dovrete agire di conseguenza.

    Per esperienza personale, è molto difficile definire a priori qual'è e come dovrebbe essere il sito ideale, quello che stimolerebbe di più lo spirito emozionale dei vostri visitatori, come è praticamente impossibile costruire un sito che possa piacere tanto alla giovane donna metropolitana Milanese che alla sua coetanea californiana.

    A questo punto converrai con me che è importante individuare il target principale, sarà quello attorno al quale dovrete costruire la vostra strategia di comunicazione.

    Opinione personale e come tale opinabilisssssima 😉

    Il nostro cliente, come dicevo è fra i 35/55 anche 60 ceto medio alto che possiede già borse di diversi marchi e trovando un prodotto di nicchia bello curato e fatto bene "cracque" per questo oggetto, non indispensabile, ma che lo vuole perchè non tutti l'hanno, oppure quella che lo compra perchè ha visto l'amica, oppure, clinti fedeli che ricompravano oi lo usavano per fare regali originali e nuovi o come ci è capitato molti che sono venuti a comprare perchè hanno visto in giro un mito della moda italiana con una nostra borsa ed hanno voluto la stessa....
    Questi erano alcuni dei nostri clienti, adesso non so se su internet possono avere queste caratteristiche io credo di si.


  • Super User

    @vincenzo cassitto said:

    Grazie per le risposte che vedo sono molto diverse fra loro.
    I prezzi sono elevati, ma gli scorsi anni nelle boutique dove si vendevano, i prezzi, per alcuni modelli superavano le 1200 ?,
    forse non è un problema di prezzi ma, il cliente vuole sentire, toccare e vedere, come quando entravano nel nostro atelier-shop di Pietrasanta ed erano sedotti dall'atmosfera dell'ambiente che avevamo creato.
    Certamente nel sito non siamo riusciti a trasmettere delle senzazioni similari.Vorremmo adesso legare al sito un blog che può essere anche il nostro atelier giornaliero di creazione oltre al resto.
    La vendita presso altri punti vendita diversi dalle boutique ci interessa molto, anzi crediamo molto che le nostre borse si prestano per locali di vendita diversi dalle classiche boutique, ma non è facile, molti sono reticenti ad uscire dal loro" seminato"ed hanno paura di iniziare qualcosa di nuovo, abbiamo avuto dei contatti con la Libreria del mare di Roma tramite un nostro amico che aveva presentato i nostri prodotti ma la nostra mail di presentazione è caduta nel vuoto:?
    la mail non aiuta?:?

    • caspita..ho azzeccato il canale librerie del mare... (me ne vanto un pò.. piccole consolazioni da commercialista molto lontano dal mktg 😄 )
    • credo che l'e-mail non aiuti... per come la vedo io una soluzione se hai voglia di rischiare è fare un breve giro per le varie "librerie del mare" e lasciare i prodotti in conto vendita... magari a prezzi di lancio, più abbordabili.. in fin dei conti investi per crearti un mercato.
    • inoltre potresti segnalare con una newsletter le nuove librerie del mare dovi esponi i tuoi prodotti. daresti un servizio ai clienti e al canale di vendita.
    • ottima l'idea del blog, magari legandoti ad un network di blog che si occupano di mare e viaggi.... (magari se il blog è molto frequentato regali allo scrittore una borsa...opinion leader)
    • potresti agganciarti in qualche modo alla barcolana e alla coppa america se gestisci bene i tempi...che ne dici?
      mi interessa sapere cosa ne pensi:D

  • Bannato Super User

    Vincenzo permettimi di farti notare un particolare estremamente importante.

    Nel sito non vedo un numero di telefono... credimi è fondamentale nel commercio elettronico.

    Molto spesso i clienti, prima di acquistare se non hanno trovato sufficienti in formazioni nelle pagine e sono cmq interessati al prodotto, telefonano per informarsi, mettilo ! E vedrai la differenza.

    Aggiungo e poi mi fermo altrimenti vado off topic... tra le condizioni di pagamento ti consiglio di aggiungere contrassegno e bonifico bancario, soprattutto il primo tipo è molto richiesto.

    🙂


  • User

    @Dell'Orto Fabio said:

    Vincenzo permettimi di farti notare un particolare estremamente importante.

    Nel sito non vedo un numero di telefono... credimi è fondamentale nel commercio elettronico.

    Molto spesso i clienti, prima di acquistare se non hanno trovato sufficienti in formazioni nelle pagine e sono cmq interessati al prodotto, telefonano per informarsi, mettilo ! E vedrai la differenza.

    🙂
    Grazie per l'osservazione però il telefono c'è anche con tutti i dati fiscali, forse non è molto visibile, è nella pagina contatti
    http://www.relationsdevoyages.com/contatti.php
    ed anche nella pagina spedizioni e resi dell'e-commerce, dovremo metterlo più in evidenza?
    Infatti abbiamo notato che non abbiamo mai avuto contatti di nessun tipo dai visitatori, mentre come dicevo con la foto sulla rivista avevamo una decina di telefonate al giorno.:?


  • User

    @SpiderPanoz said:

    • caspita..ho azzeccato il canale librerie del mare... (me ne vanto un pò.. piccole consolazioni da commercialista molto lontano dal mktg 😄 )
    • credo che l'e-mail non aiuti... per come la vedo io una soluzione se hai voglia di rischiare è fare un breve giro per le varie "librerie del mare" e lasciare i prodotti in conto vendita... magari a prezzi di lancio, più abbordabili.. in fin dei conti investi per crearti un mercato.
    • inoltre potresti segnalare con una newsletter le nuove librerie del mare dovi esponi i tuoi prodotti. daresti un servizio ai clienti e al canale di vendita.
    • ottima l'idea del blog, magari legandoti ad un network di blog che si occupano di mare e viaggi.... (magari se il blog è molto frequentato regali allo scrittore una borsa...opinion leader)
    • potresti agganciarti in qualche modo alla barcolana e alla coppa america se gestisci bene i tempi...che ne dici?
      mi interessa sapere cosa ne pensi:D
      Beh, hai capito che il nostro prodotto ha un anima, e molto da raccontare, e quindi canali di vendita alternativi sono l'ideale per le caratteristiche del prodotto.
      Purtroppo ti devo smentire sui canali legati alla vela e alle regate la nostra clientela legata al mondo della vela era solo del 10%.Sebbene siano fatte con le vele.
      Questa è una delle tante contraddizioni inerenti al nostro prodotto, per la quale non è facile scegliere una strategie di marketing.