• User

    Youtube e la sindrome dell'impostore

    Salve...
    Vorrei chiedere un consiglio a chi ha già un canale YouTube ed un Patreon aperto.
    Dopo diversi anni che ho il mio canale, e le tante richieste di assistenza (faccio videotutorial), ho pensato di lanciare un Patreon.
    L'idea è quella di dare la mia disponibilità a fare assistenza in remoto (tramite teamwiever) a chi sottoscrive un livello del Patreon...più un altro livello più basso...consistente nella sola priorità delle mie risposte.
    Le domande che mi vengono fatte, sono quasi sempre "come faccio a fare...". Le mie risposte sono spesso corredate da screenshot o con il file che loro mi inviano, rimandato corretto.
    Volevo chiedere a voi di questa community, se secondo voi ha un senso un Patreon del genere, o se mi conviene ***"volare basso", ***e non fare niente.
    La pagina Patreon l'ho già creata ma ancora non diffusa se non qui...è la prima volta che incollo il link e lo faccio qui...
    grazie per l'attenzione!

    https://www.patreon.com/ilmondodidave73


  • Moderatore

    Ciao, anzi, io volerei ancora più alto e mi farei pagare per il mio tempo, quello che fai è assistenza e l'assistenza si paga, così come l'idraulico se ti aggiusta un tubo si fa pagare anche tu dovresti fare la stessa cosa, patreon o non patreon dipende, considera il tempo che impieghi a risolvere i problemi, una volta potresti impiegare 1 ora una volta 5 ore e non è giusto chiedere sempre la stessa cifra quindi bisogna valutare bene cosa offrire con patreon.

    Con patreon non si diventa ricchi e potrebbe non essere molto scalabile, è da valutare bene.


  • User

    Grazie mille per la risposta!
    Devo dire che quando ho iniziato con i miei video, sono stati molto gratificanti, dei commenti del tipo Grazie!
    *- Mi hai risolto un problema!

    • Grazie! senza di te non ce l'avrei fatta!
    • Erano mesi che provavo da solo, poi ho trovato il tuo video

    In realtà, il mio lavoro è da dipendente di una azienda metalmeccanica. YouTube è un hobbie...che però mi piace portare avanti.
    In questi periodi ho pensato se magari, un domani, potrebbe essere un punto di partenza per un lavoro...ma questa è un'altra storia.
    Ho pensato al Patreon, perchè ho sempre professato che la *condivisione *è un bel valore...ma adesso sto pensando che una cosa è fare video gratuiti per condividere, un altra cosa è fare assistenza personalizzata.
    Scusa l'ignoranza....cosa significa che Patreon non è scalabile?


  • Moderatore

    Te la spiego terra terra, per scalabile si intende un prodotto/servizio che può essere replicato aumentando il guadagno e diminuendo lo sforzo/costo, ovvero facendo 2 esempi, l'assistenza ore non è scalabile perché tu guadagni solo quando riesci a fornire il servizio, se smetti di fornire il servizio smetti di guadagnare, la vendita di un prodotto come un ebook può essere scalabile perché lo sforzo è stato fatto una volta e l'ebook può essere venduto diverse volte anche se tu non stai facendo nulla.

    Ho cercato di semplificare il discorso per dare l'idea.

    Per rendere patreon scalabile bisogna fare un'attenta analisi sul servizio offerto.


  • User

    Grazie mille! Adesso ho capito!


  • User

    Dave Patreon funziona se hai un prodotto scalabile, come ti ha già scalato overclokk.
    Mi sto riferendo a un qualcosa per cui tu fai lo stesso identico sforzo indipendentemente da quanta gente usufruisce del tuo prodotto.
    Un libro o un video corso sono scalabili, perchè il tempo che impieghi per realizzarli è sempre lo stesso indipendentemente che te lo acquistino in 2 o in 1 milione.
    Un webinar è mediamente scalabile perchè puoi accogliere nello stesso evento più persone, ma solamente entro un certo numero.
    Una consulenza a individuale assolutamente no!

    Quindi nel pensare al tuo Patreon dovresti ragionare secondo questa scala, ma per “prodotti” che prevedano una periodicità o una certa permanenza, come ad esempio un gruppo.

    Ci sono persone che inseriscono consulenze individuali nei punti più alti della scala del proprio Patreon, ma si tratta di ambiti in cui è prevista una periodicità delle consulenze, perchè Patreon è mensile.
    Per le consulenze individuali che si risolvono in pochi incontri invece è sempre meglio la soluzione tradizionale.

    Spero ti aiuti a fare maggiore chiarezza.


  • User

    Si...in effetti i miei dubbi sono tanti, e le vostre risposte mi confermano che forse il Patreon, per un canale come il mio, non è la soluzione più adatta.


  • Super User

    Scusate, posso intervenire? 🙂

    Ho letto che l'assistenza e consulenza non siano scalabili e imho non è corretta al 100% tale evenienza. O meglio, è proprio errato, sempre secondo me, il concetto: essa è scalabile se hai le risorse per scalarle. Semplice 😄

    Ergo, la consulenza di UNA specifica persona no, non è scalabile; l'assistenza di UNA persona neppure. Ma se crei un team avoglia che lo è.
    Il succo è molto banale il mio: dipende, se la domanda è elevata ed è elevata anche la possibile offerta di persone in grado di accoglierla, è scalabilissima con margini notevoli.

    Pertanto dipende, insomma.

    Riguardo la domanda iniziale: imho dipende da quali siano i tuoi costi e dalle domande.
    Per capirci, se dai un servizio di consulenza di un'ora + un videotutorial, che mettiamo, realizzi sempre in un'ora, stai dando qualcosa a 25 dollari al mese. In un mese lavori due ore: stai dando questo servizio a 12.5 dollari l'ora. Che è davvero poco, soprattutto se dovessi pagarci le tasse su (che ce le pagherai, no? :D)

    Però, 12.5 è la situazione peggiore, in cui ogni iscritto ti chiede SEMPRE, ogni mese, 1 consulenza ed 1 videotutorial nuovo.

    Se già ti fa questa richiesta un mese sì ed uno no, il costo orario sale a 25$

    Se, in un'ottica di massa critica, i videotutorial realizzati diventano tanti, probabilmente ne avrai molti già pronti. Supponi siano il 66% delle richieste (E se sei in un argomento non vasto ce la puoi fare in poco tempo), supponi ti chiedano il servizio ogni 2 mesi, avrai che ogni utente ti chiederà 6 ore di consulenza l'anno + 2 tutorial nuovi: 8 ore in un anno per 300 dollari. Cioè 37.5 all'ora.

    Imho stai ancora strettino, soprattutto se diventa un lavoro, ma cambia il succo del discorso, no?

    Riassumendo: non vedo perché non farlo, ma non aspettarti granché.
    Patreon ha senso quando sei davvero qualcuno e la gente ti dona perché tu possa continuare a fare quello che fai, senza avere nulla (o quasi) in cambio. Ho contezza di molti account, anche di top YTer, e patreon farà far loro il 2-3% del fatturato, nella migliore delle ipotesi.


  • User

    @massy said:

    Scusate, posso intervenire? 🙂

    Ho letto che l'assistenza e consulenza non siano scalabili e imho non è corretta al 100% tale evenienza. O meglio, è proprio errato, sempre secondo me, il concetto: essa è scalabile se hai le risorse per scalarle. Semplice 😄

    Ergo, la consulenza di UNA specifica persona no, non è scalabile; l'assistenza di UNA persona neppure. Ma se crei un team avoglia che lo è.
    Il succo è molto banale il mio: dipende, se la domanda è elevata ed è elevata anche la possibile offerta di persone in grado di accoglierla, è scalabilissima con margini notevoli.

    Pertanto dipende, insomma.

    Sì. Io davo per scontato la consulenza di un singolo libero professionista.
    Certo se hai un team e poi ti prendi anche dei “dipendenti” può espanderti finchè riesci.
    Ma leggendo la domanda di Dave non mi sembrava il suo caso. 🙂


  • Moderatore

    @massy said:

    Scusate, posso intervenire? 🙂

    Il forum esiste per questo 🙂

    Hai pienamente ragione, l'esempio era più che altro per spiegare in modo semplice a chi non è del mestiere.

    Ottimo appunto.


  • User

    Grazie mille per le risposte Davvero molto costruttive.
    Quello che sto cercando di capire, è se posso mettere a frutto, quello che pare, io sia in grado di offrire.
    É un terreno minato, perché si rischia di essere ambigui.
    Da un lato, c'è la mia adesione alla filosofia della ***condivisione, ***e ad esempio, Robin Good è un creatore di contenuti, che stimo molto.
    Guardacaso...io sono un suo sostenitore su Patreon.
    Dall'altro lato, ci sono tutti questi attestati di stima, da parte di utenti che trovano utili i miei tutorial, molti dei quali, addirittura, mi hanno scritto che certe mie "lezioni", sono state per loro VITALI, in alcuni frangenti del loro lavoro in ufficio.
    Mia moglie mi dice spesso: "Perché non ti fai pagare? Con i *grazie non diventi ricco".
    *Partendo dal pressupposto che continuo a credere nella condivisione gratuita, come strumento per creare relazioni sincere e trasparenti, questo periodo di quarantena mi ha fatto riflettere sul fatto che se un domani io dovesse perdere il lavoro, quello che faccio su Youtube potrebbe essere una base di partenza, per pensare a qualcosa di diverso.
    Fermo restando che comunque, il canale youtube mi ha dato la possibilità di avere qualche contatto lavorativo in più.


  • Moderatore

    Condivisione non significa gratis.

    @ilmondodidave73 said:

    Mia moglie mi dice spesso: "Perché non ti fai pagare? Con i grazie non diventi ricco".

    Ti ha dato un ottimo consiglio 🙂


  • User

    Concordo con chi consiglia di farlo, dai già valore con i video..la consulenza personalizzata ha un costo! Facci sapere come va!


  • User

    @SimoPT said:

    Concordo con chi consiglia di farlo, dai già valore con i video..la consulenza personalizzata ha un costo! Facci sapere come va!

    Tu quindi mi consigli di farlo? Ma col Patreon?


  • User

    Ho fatto un tentativo....vediamo come andrà.
    Con qualche modifica...

    https://www.patreon.com/ilmondodidave73?fan_landing=true

    Ovviamente, come mi è stato gia detto, non mi aspetto granchè


  • User

    @massy said:

    Per capirci, se dai un servizio di consulenza di un'ora + un videotutorial, che mettiamo, realizzi sempre in un'ora, stai dando qualcosa a 25 dollari al mese. In un mese lavori due ore: stai dando questo servizio a 12.5 dollari l'ora. Che è davvero poco, soprattutto se dovessi pagarci le tasse su (che ce le pagherai, no? :D)

    Ero interessato a rispondere a questa domanda.
    La risposta è SI! Le voglio pagare le tasse
    Voglio fare tutto nella massima trasparenza. Ma qui, mi viene spontanea un altra domanda.
    SONO TOTALMENTE IGNORANTE IN MATERIA
    Come si fa?
    Devo emettere una ricevuta? con ritenuta di acconto? Intestata a chi?
    O basta che stampo la pagina di patreon ogni mese, e poi alla denuncia dei redditi, al CAF, porto quella?
    E lo stesso vale con il network con cui ho la monetizzazione del canale....a proposito questo mese record di incasso... $34,30


  • User

    @ilmondodidave73 said:

    Ho fatto un tentativo....vediamo come andrà.
    Con qualche modifica...

    https://www.patreon.com/ilmondodidave73?fan_landing=true

    Ovviamente, come mi è stato gia detto, non mi aspetto granchè

    Perfetto hai iniziato!

    Solo un paio di consigli...

    1. livello 5$: inserisci un numero limitato di domande al mese, una lunghezza massima della domanda e una lunghezza massima della riposta, altrimenti ti ritrovi nella condizione di lavorare praticamente gratis.
      Te lo consiglio perchè, per come l’hai messa tu, quel livello non è molto adatto ad un Patreon ma più per una soluzione spot.

    Solitamente il modello che vedo applicato a questi livelli intermedi è quello dell’approfondimento e del contenuto privato solo per questi utenti.

    1. livello 25$: in pratica lavoreresti per circa 25€ all’ora lordi, quindi togliendo le tasse scenderesti abbondantemente sotto i 20€ all’ora. Pensaci.

    Altro consiglio: non metterla sul “offrimi un caffè”, perchè l’idea di un Patreon è quello della Community.
    Anche nel livello 2$ pensa al ritorno che ne avrebbe l’utente, magari anche solamente in termini di sentirsi bene perchè sta contribuendo ad una buona causa.


  • User

    mmmh...grazie dei consigli...veramente utili...mi hai messo piu di una pulce nell'orecchio....il fatto è che ho gia pubblicato un video...:-D


  • User

    Sono partito un pò all'avventura effettivamente.
    Adesso aspetto le reazioni del pubblico e poi vedo come muovermi.
    Magari nessuno aderirà!!! boh! 🙂


  • User

    Beh se le persone non hanno ancora aderito fai sempre in tempo a cambiare.
    In realtà farai sempre in tempo a cambiare. 😉