• User Newbie

    Ricorso cartella equitalia

    Salve, mi è arrivato un preavviso di fermo amministrativo a seguito di procedura relativa a contravvenzione del 2006, immediatamente contestata al trasgressore (io sono obbligato in solido in quanto proprietario del veicolo).
    Nell'avviso si parla di una cartella notificatami (ma nell'effettivo mai ricevuta perché inviata ad indirizzo errato) nel 2008.
    Chiedo se possibile fare ricorso per:

    • vizi nella notificazione della cartella, di fatto mai avvenuta;
    • decadenza dei termini per la riscossione del credito, dato che sono passati 5 anni dalla presunta notificazione della cartella e non ho mai ricevuto solleciti da parte di Equitalia che interrompessero i termini di prescrizione.

    Grazie


  • ModSenior

    Ciao e benvenuto nel Forum GT. 🙂
    Ho spostato la tua discussione in quest'area in quanto più adatta.


  • Super User

    Cosa intendi per "indirizzo errato"?


  • User Attivo

    Nel caso descritto ci potrebbero stare sia la prescrizione che l'omessa notifica della cartella.Ma bisogna capire che cosa voleva dire con quella affermazione della cartella di fatto mai ricevuta perchè inviata ad indirizzo errato


  • User Newbie

    Il postino ha indicato: da ritornare al mittente perché il destinatario è "TRASFERITO". In sostanza hanno inviato la cartella all'indirizzo presente nei registri del PRA, non coincidente con l'indirizzo di residenza anagrafica.


  • Super User

    Buonasera @Giogio1313

    Le cartelle esattoriali sono consegnate dal messo comunale e non dal postino e quando non trovano interessato le possono lasciare anche a persone che vivono nella stessa casa o anche a vicini e in mancanza vengono depositate presso la casa comunale della sua citta dove dovra andar lei a ritirarle (per loro il deposito in casa comunale vale come consegna della cartella).

    Le cartelle esattoriali inviate via posta sono nulle.

    Verifichi se la sua sia una raccomandata o un altro atto di pagamento in quanto è abbastanza strano che una cartella di pagamento venga consegnata via raccomandata anziche il messo comunale.

    E' sottointeso che dato che è una materia difficile si faccia seguire da un esperto o un legale dato che i ricorsi alle cartelle se non sono ben impostati e con solide motivazioni possono anche non andar a buon fine, dunque si faccia valutare la convenienza di fare un ricorso da un esperto fiscale o legale.

    Il mio è solo un parere, il comportamento fiscale da adottare lo dovra decidere lei col suo esperto fiscale/legale di fiducia.

    Il postino ha indicato

    Un Saluto


  • User Attivo

    Mi è successa una cosa simile in passato. L'atto mi era stato notificato tramite affissione presso la casa comunale (a Roma in Via Monte Caprino). La procedura è assurda (prevede che una persona si rechi periodicamente presso la casa comunale); ho dovuto pagare la multa (di circa 80 euro con tutte le spese) per le problematiche legate al ricorso. Trovo assurdo che il comune non comunichi la presenza di atti inesitati tramite una normale e-mail (sono registrato al loro portale internet).


  • User Newbie

    Dopo lo scandalo dei falsi dirigenti equitalia cioè cartelle firmate da dirigenti che non sono validi
    pechè non esistono nella realtà,equitalia stà mandando al cittadino cartelle che non sono sottoscritte,cioè questa volta non c'è la firma di un dirigente falso,l'atto non è proprio firmato!
    Quindi potrebbe essere un impiegato all'interno che fa parcellazione stampa e manda al cittadino ignaro cartelle di pagamento senza essere firmate,quindi non valide!
    Le tasse vanno pagate ma l'iter di riscossione deve essere cristallino sia da parte dell'agenzia delle
    entrate che l'agenzia della riscossione
    Ci sono due tipi di pignoramento che fa equitalia:quello amministrativo e il pignoramento
    dinanzi al tribunale
    Ultimamente stanno mandando intimazioni di pagamento e l'atto di pignoramento assieme senza aspettare la scadenza dell'intimazione che viene prima,questo comporta un maggior aggravio di spese per il cittadino per il procedimento davanti al tribunale ma sopratutto l'iter non lo prevede
    Queste incongruenze vengono a nostro favore facendo presente la contestazione del credito si sospende la cartella per qualsiasi azione in corso(fermo
    amministrativo,ipoteca o pignoramenti)per poi annullare definitivamente la cartella per vizi(ed il
    debito sottostante)
    Sono Stefano lavoro in una fondazione antiusura chiamatemi per avere consigli
    Stefano cell 3295688805


  • Super User

    Quanto confusione che c'è in materia di opposizione.

    Attenzione a NON DARE informazione parzialmente corrette o meglio erronee!

    In questo Particolare caso:
    La NOTIFICA viene eseguita dall'UG , solo in Rari casi può essere un messo del comune a compiere questo passaggio!!!! (sempre se quel messo sia abilitato a servizio di ug, visto che le notifiche di atti non le può fare un pinco pallino qualunque o un vigile fuori servizio, vorrei proprio Leggere la Relata: "io tizio dichiaro di aver notificato a Caio, senza autorizzazione, per mio conto ... costo del servizio 5€").
    Le notifiche tramite Poste, sono più complesse e non vale la semplice Raccomandata.
    Poi se si ha la Residenza Nota, l'affissione al comune non è proprio contemplata, parleremo invece di affissione alla PORTA PRIVATA dell'abitazione, nemmeno quella di un eventuale condominio.
    in assenza di notifica siamo alle solite di Equitalia.
    Spinga per avere un risarcimento.