• User

    Conservazione traffico telematico e telefonico, che stranezza...

    Salve, ho un quesito per voi.

    Supponiamo che è stato commesso un reato su internet procedibile d'ufficio da un autore ignoto in data x dell'anno 2010, e questo reato viene scoperto e denunciato in data x nel 2012. I provider di internet in Italia come per esempio telecom, infostrada, fastweb, vodafone, tre e via dicendo in base alle leggi vigenti conservano i registri degli ip assegnati ai vari fruitori per 12 mesi per contrastare i fenomeni criminali sul web, trascorsi i 12 mesi, i provider sono costretti a cancellare periodicamente questi registri (fonte: garanteprivacy.it/garante/doc.jsp?ID=1311248 leggere art. 132 ).

    A questo punto è lecito chiedersi: dopo le opportune indagini, se la polizia giudiziaria riesce a risalire solo all'indirizzo ip mediante il quale fu commesso il reato nel 2010, il provider avendo già cancellato giustamente i registri di connessione in base alle norme vigenti, come può riuscire a risalire all'autore del reato?

    Io credo sia impossibile, per questo ritengo che l'attuale norma insabbi molte indagini, non capisco poi la scelta di trattenere
    i dati relativi al traffico telematico per soli 12 mesi e i dati relativi al traffico telefonico per 24 mesi, perchè questa differenza? Non sarebbe più giusto mantenere entrambi i dati a 24 mesi (o anche più)? Parere mio personale, indubbiamente discutibilissimo....

    Spero di ricevere le risposte che cerco e magari di aprire anche un bel dibattito con tutti voi, un saluto a tutti!
    Acrobata


  • User Attivo

    Ciao.
    Se non vado errando i limiti di tempo che indichi sono i "minimi". Nulla vieterebbe di tenere dati anche più vecchi...se non ragioni tecniche.


  • User

    Ciao Pumino, grazie per l'interessamento, quel che dici dovrebbe essere più ragionevole, posto comunque l'articolo 132 che sembra essere molto chiaro.

    **Art. 132. **Conservazione di dati di traffico per altre finalità SUP[/SUP]

    1. Fermo restando quanto previsto dall'articolo 123, comma 2, i dati relativi al traffico telefonico, sono conservati dal fornitore per ventiquattro mesi dalla data della comunicazione, per finalità di accertamento e repressione dei reati, mentre, per le medesime finalità, i dati relativi al traffico telematico, esclusi comunque i contenuti delle comunicazioni, sono conservati dal fornitore per dodici mesi dalla data della comunicazione. SUP[/SUP]

    1-bis. I dati relativi alle chiamate senza risposta, trattati temporaneamente da parte dei fornitori di servizi di comunicazione elettronica accessibili al pubblico oppure di una rete pubblica di comunicazione, sono conservati per trenta giorni. SUP[/SUP]


  • User

    La durata è di 5 anni.


  • User

    Ciao baldaccci, hai qualche fonte che possa sostenere quel che dici? Grazie mille!


  • Bannato User Newbie

    Acrobata la privacy per te non è importante? Dovrebbero diminuire quei termini mica aumentarli tanto comunque se i criminali li vogliono beccare li beccano anche in 6 mesi termini massimi per le indagini preliminari, a loro volta prorogabili. Quindi non vedo dove sia il problema! bho, mi unisco alla discussione, sperando che risponda qualche giurista e ci dica la sua 🙂


  • User

    La privacy è importante, ma ti invito a riflettere che non tutti i reati sono fatti oggi e scoperti domani.


  • User

    Vediamo di dare una soluzione definitiva, dopo numerose ricerche voglio condividere ciò che ho trovato con voi, ecludendo il superfluo (quanto sono buono, è un papiello che neanche immaginate , ma avevo voglia di vederci chiaro).

    In definitiva

    1. I dati sono conservati per 24 mesi per quanto riguarda il traffico telefonico (chiamate risposte, effettuate), 30 giorni per chiamate senza risposta (gli squilli), 12 mesi per il traffico telematico (internet).

    2. Cosa contengono questi dati? Il traffico telefonico contiene numero del chiamante, numero del ricevente, durata della telefonata, ma non il contenuto, cioè in pratica non è registrato l'audio di una conversazione salvo ovviamente intercettazioni per finalità di indagini. Sul traffico telematico non viene salvato il contenuto della navigazione, ma solo data e accesso (quindi, anche l'ip assegnato a tale data di tale ora per ogni utente).

    3. Al termine dei 24 mesi e dei 12 mesi, questi dati sono cancellati da ogni archivio, la procedura è automatica. Inoltre è da non sottovalutare che questi dati sono conservati e protetti con cifratura, e sono effettuati numerosi backup (che vanno poi cancellati automaticamente allo scadere dei 12 e 24 mesi), ogni accesso ai sistemi è controllato con sistema biometrico, quindi non possono subire alterazioni di nessuna natura.

    Ovviamente lascio le fonti consultabili di quanto detto: garanteprivacy.it/web/guest/home/docweb/-/docweb-display/docweb/1482111

    Autorispondendomi al mio quesito:
    Se ignoto commettesse un reato, fattaccio scoperto e denunciato dopo almeno 12 mesi, sarebbe possibile risalire alla linea da cui è stato commesso il reato conoscendo solo l' indirizzo IP? A quanto pare no. Ennesima motivazione: l'ip rimarrebbe, ma avendo cancellato ogni registro dopo 12 mesi non si riuscirebbe a capire chi sarebbe stato il fruitore di tale data e di tale ora.

    Se avete domande, non esitate a domandare farò il possibile per rispondervi.


  • User Newbie

    Sei un avvocato? Come faccio a sapere se questo è vero? Qualche avvocato o esperto di legge può confermare quello che hai detto? Perchè nessuno interviene eppure mi sembra che è un argomento molto importante e dovrebbe interessare tutti quelli che per colpa o per dolo hanno commesso o commettono reati online....
    Speriamo di vedere qualcuno ferrato nel campo che possa confermare quello che hai detto


  • Bannato User

    Ma infatti, l'avevo già scritto. Ragazzi, lasciamo rispondere gli avvocati, evitando di improvvisarci tali. Continuo a leggere frasi del tipo: "Secondo me, ho letto su un sito, e Wikedia ecc...". Lasciamo commentare agli esperti, grazie.


  • User

    sabo1piece Io ho commentato basandomi su quanto scritto dal garante della privacy e per ogni frase stesa ci ho messo le sue fonti.
    rino facci, pare purtroppo che il mio post non interessi a nessuno degli esperti che partecipano al forum o forse neanche sanno di cosa sto parlando, per cui mi sono preso la briga di sbattermi per trovare le poche cose che ho trovato e di fare un monologo (purtroppo), documentato comunque con le fonti del garante della privacy. :ciauz:


  • Super User

    Buongiorno a tutti.
    Confermo quanto asserito da Acrobata1978.


  • User Newbie

    Ciao Acrobata,

    siccome mi è arrivata una bolletta enorme in dati traffico dall'estero, ci sarebbe modo di sapere gli indirizzi ip ai quali mi sono collegato?
    Il mio operatore (wind) oppure il garante delle comunicazioni potrebbe dirmelo se facessi richiesta?

    Attendo vostre preziose risposte.

    Grazie a tutti!!
    @Acrobata1978 said:

    Vediamo di dare una soluzione definitiva, dopo numerose ricerche voglio condividere ciò che ho trovato con voi, ecludendo il superfluo (quanto sono buono, è un papiello che neanche immaginate , ma avevo voglia di vederci chiaro).

    In definitiva

    1. I dati sono conservati per 24 mesi per quanto riguarda il traffico telefonico (chiamate risposte, effettuate), 30 giorni per chiamate senza risposta (gli squilli), 12 mesi per il traffico telematico (internet).

    2. Cosa contengono questi dati? Il traffico telefonico contiene numero del chiamante, numero del ricevente, durata della telefonata, ma non il contenuto, cioè in pratica non è registrato l'audio di una conversazione salvo ovviamente intercettazioni per finalità di indagini. Sul traffico telematico non viene salvato il contenuto della navigazione, ma solo data e accesso (quindi, anche l'ip assegnato a tale data di tale ora per ogni utente).

    3. Al termine dei 24 mesi e dei 12 mesi, questi dati sono cancellati da ogni archivio, la procedura è automatica. Inoltre è da non sottovalutare che questi dati sono conservati e protetti con cifratura, e sono effettuati numerosi backup (che vanno poi cancellati automaticamente allo scadere dei 12 e 24 mesi), ogni accesso ai sistemi è controllato con sistema biometrico, quindi non possono subire alterazioni di nessuna natura.

    Ovviamente lascio le fonti consultabili di quanto detto: garanteprivacy.it/web/guest/home/docweb/-/docweb-display/docweb/1482111

    Autorispondendomi al mio quesito:
    Se ignoto commettesse un reato, fattaccio scoperto e denunciato dopo almeno 12 mesi, sarebbe possibile risalire alla linea da cui è stato commesso il reato conoscendo solo l' indirizzo IP? A quanto pare no. Ennesima motivazione: l'ip rimarrebbe, ma avendo cancellato ogni registro dopo 12 mesi non si riuscirebbe a capire chi sarebbe stato il fruitore di tale data e di tale ora.

    Se avete domande, non esitate a domandare farò il possibile per rispondervi.


  • User

    Io sapevo di un tizio che querelò un "nome" che l'aveva diffamato pesantemente su un forum, il post era stato scritto 3 anni prima ma il tizio si era accorto solo dopo.
    Lui denunciò il nick del Forum e scoprirono l'autore.
    Quindi anche ciò prova che i dati non sono conservati solo per 12 mesi.


  • Super User

    Snow!!! mi meraviglio della tua affermazione, nei forum i dati dei vari Nikname non vengono certo cancellati periodicamente .... i dati di Criceto e di Snow81 rimarranno ad imperitura memoria nei ricordi del forum che ci ospita ... unitamente ai nostri IP ...
    Il discorso era inperniato sui provider e sulle compagnie telefoniche ... che sono cosa ben diversa.