• User Attivo

    Soluzione alla penalizzazione Google Penguin

    Leggendo in lungo e in largo per la rete , su un blog ho trovato un post di un Webmaster che afferma di aver trovato una soluzione, veloce ed efficace alla penalizzazione di Google-Penguin: Il Redirect !!
    Praticamente compra un nuovo dominio e facendogli il redirect afferma che và subito apposto entro 48 ore. Vi sembra possibile ?
    Se un sito ha perso l' 80-90% delle entrate mi sembra l' unica soluzione !
    Nel post afferma che la penalizzazione algoritmica attacca il dominio.. con un redirect và tutto apposto.. afferma.


  • ModSenior

    E' la stessa cosa che si diceva per Panda.

    Riferisco quanto avevo letto e mai provato personalmente: il sistema sembra funzionare, però appena Google consolida tutti i segnali anche il nuovo dominio eredita la penalizzazione esistente sul vecchio e quindi il posizionamento ricrolla.

    Dovrebbe essere un gioco basato sulla lentezza che hanno i vari sottosistemi di Google a sincronizzarsi.

    Valerio Notarfrancesco


  • User Attivo

    Mi pareva strano.. dimenticavo di dire che nel post consigliava di copiare l' intero sito nel dominio nuovo e poi di fare il redirect.
    Comunque.. consigli per uscire da penalizzazione su alcune parole chiavi crollate ? Oppure attendiamo che si smuova qualcosa ?
    Togliere link sospetti e continuar a stressare Google con richieste di riconsiderazione può servire ?
    Grazie.


  • User Attivo

    Non credo che google sia tanto stupido, secondo me lo spider è tranquillamente in grado di seguire anche i redirect e bannare anche il nuovo sito


  • User Attivo

    @vnotarfrancesco said:

    E' la stessa cosa che si diceva per Panda.

    E' un po' diverso.
    Panda deriva principalmente dalla struttura e dal contenuti del sito, se fanno schifo a google e li trasferisci semplicemente su un nuovo dominio non hai risolto niente. Ti beccherà di nuovo implacabilmente.

    Con Penguin dove il lavoro google lo fa, soprattutto all'esterno, sembra funzionare. In pratica un 301 ripulisce un po' di sporcizia di link inbound.

    In realtà qui Google potrebbe accorgersene del "trucco" senza grosse difficoltà, ma le implicazioni e le domande sono tante.
    Dovute principalmente al non controllo di siti esterni e al cosiddetto negative Seo.

    Ad esempio se il 301 passasse anche la penalizzazione io mi compro un sito abbattutto da Penguin e faccio 301 verso un concorrente. Cosa succede a questo punto?


  • ModSenior

    Hai ragione Luca sulla diversità tra Panda e Pinguin.
    Da quello che avevo letto però, anche con Panda era come se i 301 passassero la penalizzazione perché i nuovi siti venivano penalizzati prima del successivo lancio di Panda.

    Ripeto, mai testato personalmente.

    @luca said:

    Ad esempio se il 301 passasse anche la penalizzazione io mi compro un sito abbattutto da Penguin e faccio 301 verso un concorrente. Cosa succede a questo punto?

    Bella domanda che ci poniamo tutti quanti.
    La mia teoria (leggi speranza), è che con una matrice buona e sana di backlinks Google si accorga di questi tentativi visti che la loro provenienza, anche se condotta da più black webmaster, sarebbero comunque qualcosa di isolato dal resto.

    Valerio Notarfrancesco


  • User Attivo

    Su un sito che seguo ho tolto il 90% degli articoli fatti di Article-Marketing e piano, piano effettivamente vedo miglioramenti. Mi sà che invece di redirect si fà prima a togliere tutto il lavoro SEO. Il SEO si sposterà su SEO-Social-Network con click sul Google+ e condivisioni pagine con Facebook e Twitter.


  • User

    Ciao a tutti, io mi sono fatto penalizzare il dominio volutamente ed ho capito con chiarezza quali siano i vari problemi... a dire il vero per capirci qualcosa me ne sono fatti penalizzare 4 di siti ma ne è valsa la pena 🙂
    Comunque... i siti che hanno penalizzazioni da link in entrata ce l'hanno solo da "DETERMINATI TIPI DI LINK" e sopratutto "SOLO SULLA KEYWORD LINKATA" mentre i siti che hanno avuto penalizzazione da link in uscita hanno avuto la perdita di visite del 90% ecc...
    Questo google l'ha fatto per scoraggiare "A DARE LINK" e per rendere difficile il lavoro ai SEO che saranno costretti a lavorare di più per creare tante anchor diverse... praticamente l'anchor "secca" è sempre e solo quella che funziona ma va "mischiata" tra tante altre anchor per non far capire a google che si tratta di link non naturali, quindi un 20% di lavoro effettivo ed un 80% di lavoro "quasi a vuoto" per non farsi prendere... diciamo che mi sta anche bene 🙂
    Per uscire dalla penalizzazione il 301 è il metodo più veloce e sembra che non venga trasferita la penalizzazione al dominio target o forse è talmente lenta che da circa 40gg non è ancora avvenuta per i siti di cui vi parlavo.
    Nella maggior parte dei casi (su circa una decina di siti che gestisco) è bastato riottimizzare il sito web seguendo criteri più "soft", il campanello d'allarme per la sovraottimizzazione scatta molto prima, questo è tutto, l'algoritmo è diverso e bisogna cambiare i siti per farli piacere nuovamente a Google. Come ho scritto su un mio post, Google ha praticemente premuto il tasto RESET ... le posizioni sono mischiate e per quelli sfortunati bisogna studiare un po per risalire...


  • Moderatore

    Ciao idibiasi,
    per far uscire dalla penalizzazione dopo il 301 hai fatto richiesta di riconsiderazione?
    Nel caso della riottimizzazione soft hai anche dovuto rimuovere links in uscita e/o in entrata per risolvere la penalità?
    Grazie.


  • User

    @Blays said:

    Ciao idibiasi,
    per far uscire dalla penalizzazione dopo il 301 hai fatto richiesta di riconsiderazione?
    Nel caso della riottimizzazione soft hai anche dovuto rimuovere links in uscita e/o in entrata per risolvere la penalità?
    Grazie.

    Ciao Blays,
    non ho fatto la richiesta di riconsiderazione perchè il dominio nuovo non era penalizzato... Ora bisogna vedere se il 301 passa la penalizzazione al nuovo dominio... Per ora ancora niente 40gg....


  • User Attivo

    @idibiasi said:

    Ciao Blays,
    non ho fatto la richiesta di riconsiderazione perchè il dominio nuovo non era penalizzato... Ora bisogna vedere se il 301 passa la penalizzazione al nuovo dominio... Per ora ancora niente 40gg....

    Novità? Redirect ancora in funzione?


  • User

    Non necessariamente il redirect aiuta a risolvere il problema con Penguin. Abbiamo effettuato diversi test da quando Penguin è stato rilasciato e solo dopo circa 2 mesi siamo riusciti a capire bene cosa funziona e cosa no...

    Prima di darvi qualche consiglio però, preferisco aspettare i risultati di altri due test basati sui positivi riscontri ottenuti con 2 siti.

    Stay tuned 😉


  • Super User

    ma quindi conviene far togliere i link dalle pagine che usano l'anchor text che e' stato penalizzato?


  • User

    no, non ha importanza... ciò che maggiormente andava e va evitato, è contattare google tramite il webmaster tool come chiedevano loro di fare con il messaggio che hanno inviato a circa 700.000 utenti


  • Super User

    @Sgroove said:

    ciò che maggiormente andava e va evitato, è contattare google tramite il webmaster tool come chiedevano loro di fare con il messaggio che hanno inviato a circa 700.000 utenti

    ormai ho fatto anche questo e per la seconda volta di fila mi hanno detto che partecipo a schemi di link... cosa non vera!
    Quindi cosa mi resta da fare?


  • User

    ma guarda, sicuramente avrai acquistato backlinks o creato backlinks utilizzando poche parole chiave e poche landing page, magari hai concentrato i tuoi sforzi sulla home page. Se così fosse, diversifica un pò e vedi cosa succede...nel peggior dei casi cambia dominio, DNS, whois e fai 301... i backlinks che avrai creato saranno utili per il nuovo dominio 😉


  • Super User

    Si in effetti ho preso molti links con 2-3 key e tutti per l'home page...
    Pero' dagli strumenti per webmaster vedo che ci sono links che non ho mai richiesto su siti che non conosco nemmeno.
    Che intendi nel cambiare dns e whois?


  • User

    Bhe in realtà non sai dove questi link sono stati inseriti, soprattutto se hai acquistato qualche pacchetto a basso costo o da outsourcers in altre parti del mondo.

    Presto sarà disponibile un nuovo tool in webmaster tools che ti permetterà di segnalare un sito come "non desiderato". In questo modo se noti backlinks da siti che non riconosci, puoi segnalarli come SPAM e Google non terrà li in considerazione per il posizionamento del tuo sito.

    Al momento l'unica cosa che puoi fare è migliorare il rate-show dei tuoi backlinks.

    Per quanto riguarda DNS e whois, in pratica devi cambiare identità del sito...come se lo avessi venduto ad un altra persona.


  • Super User

    @Sgroove said:

    Al momento l'unica cosa che puoi fare è migliorare il rate-show dei tuoi backlinks.

    che intendi?

    Quella di cambiare dns e whois dovrebbe essere la soluzione estrema, giusto?


  • Super User

    Ma se ereditassi le penalizzazioni, potrei fare il cattivo, cioè fare un redirect del mio sito penalizzato su quello di un concorrente, cosi mentre lui annaspa io riparto da un altra parte. Mi sembra strano che google ci caschi, probabilmente controllerà che il proprietario dal GWT sia lo stesso per entrambi i siti... bho! Altrimenti c'è da aver paura!