• User Attivo

    Emettere fattura e/o ricevuta cumulativa avente debitori differenti, possibile?

    Mi troverei nella situazione di dover emettere dozzine e dozzine di fatturine a clienti privati stranieri che non mi chiedono fattura perchè a loro non serve, alcuni non mi forniscono neanche i dati fiscali per emetterla, posso emettere una ricevuta/fattura generica a fine mese indicando l'ammontare ricevuto per i servizi svolti? Se si, avete un esempio? Grazie.


    G 1 Risposta
  • Super User

    @alistair

    Non credo proprio che sia possibile anzi la vendita a clienti europei è molto complicata in quanto ci sono due strade:

    1. Aprire partita iva in ogni stato in cui si vende (assurdo ma è cosi), vedi microsoft e facebook che anno aperto sede in Italia hanno delle srl in Italia.

    2. Iscriversi al Moss per regolare iva nei vari paesi (e qui si apre la difficolta a trovare qualcuno che conosce questo argomento, io non ho trovato nessuno finora, dunque se è e piccole cifre meglio non vendere proprio a clienti privati INTRA UE datp che i costi amministrativi potrebbero essere maggiori del guadagno oltre alla complessita e facilita di ricevere sanzioni.

    Con le aziende INTRA UE invece si applica il reverse charge.

    Saluti


  • User Attivo

    Ok grazie. Ma il Reverse Charge non si applica alle aziende? Nel mio caso come dicevo si tratta di piccole fatture a clienti esteri privati. Ricordo ad esempio che quelle volte che ho acquistato su Amazon se cliccavo "richiesta fattura" il venditore di Amazon Marketplace tedesco, mi inviava una fattura con l'IVA tedesca (cos'era, tipo 19% non ricordo) della quale io comunque non me ne facevo assolutamente niente, e loro magari se non la chiedevo non la emettevano neanche. Non è la stessa cosa? Oppure sono rimasto indietro di qualche anno?

    Mentre delle due ipotesi elencate, aprire partita IVA in ogni stato in cui si vende, o iscriversi al Moss, per me direi non percorribile, stiam parlando si di qualche dozzina di fatture ma importi ridicoli, per giunta a clienti privati che non mi hanno mai chiesto fattura ed in alcuni casi che non mi han nemmeno mai comunicato i loro dati completi.


    G 1 Risposta
  • Super User

    @alistair

    Nel discorso che fa noto grande confusione, se è una azienda lei deve emettere fattura anche se vende 1 euro, anche per gli omaggi rispettando gli elementi obbligatori da indicare in fattura, ne parli col suo commercialista, il fisco è una cosa seria e basta poco per ricevere sanzioni.

    Saluti


  • Moderatore

    Buonasera @alistair,

    ho letto la sua richiesta con attenzione. Innanzitutto, di che attività si tratta? Perché bisogna capire se la sua fattispecie rientra nel famoso argomento del Commercio elettronico, oppure no. E le spiego il perché:

    1. Se siamo di fronte al Commercio Elettronico (e da quanto ho capito probabilmente la sua attività rientra in questa casistica), sicuramente non si ha l'obbligo di emettere alcuna fattura. Basta tenere un foglio excel con i corrispettivi, salvo che la fattura sia richiesta dal proprio cliente (ed in questo caso non ha problemi in quanto i dati glieli forniranno proprio loro). Per l'Iva poi, se questo è il caso, se ne può parlare sia qui che in separata sede in quanto l'argomento è molto complesso ed è corretto dare le giuste informazioni. In anticipo, uno di questi argomenti, non molto diffusi, è proprio il regime del MOSS che evita, soprattutto a Voi Contribuenti, tanti problemi di identificazione e di applicazione di regole estere (es. Francia, Egitto, ecc.) sconosciute.
    2. Se non siamo di fronte al Commercio Elettronico, si ha obbligo di emettere fattura con le consuete regole, ai fini IVA sia a livello di fatturazione che di applicazione dell'IVA.

    Cordiali saluti,

    Mattia Giannini
    Dottore Commercialista e Revisore Legale dei Conti