• Super User

    @gouranga

    Ciao a te hanno chiesto la SCIA e l'iscrizione inail per l'attivita di programmatore ?

    Perche il commercialista che mi seguiva mi diceva che per le attivita che si svolgono al pc non occorre, dunque mi diceva che tutte le professioni del web non richiedono ne scia e ne inail.

    Servirebbero documenti o interpelli dell'ade per chiarire questi aspetti un contribuente non puo lavorare in questo modo con tanti pareri discordanti.

    Un Saluto


  • Moderatore

    Buonasera,

    dipende da come il Commercialista ha iscritto quel codice ATECO ai fini INPS, spesso.

    Innanzitutto, purtroppo l'interpello in Ade ha carattere fiscale e non previdenziale, quindi, non porta alcun beneficio in tal senso. Inoltre, l'interpello ha validità relativamente alla singola fattispecie, che delle volte non si applica ad altre, se non similari.

    Poi, in base a quanto dicevo, l'artigiano è obbligato all'iscrizione all'INAIL, così come richiesto dall'Ente (che prevede l'obbligo in capo agli artigiani). Di per sé la CCIAA non chiede una SCIA (cosa che avviene di solito per i Commercianti), però dipende dal tipo di codice ATECO prescelto. Dico di per sé perché come attività è un'attività LIBERA e non soggetta a particolari vincoli (come avviene per la mediazione o agenzia immobiliare), quindi il Contribuente non deve iscriversi, però, come sempre, anche la scelta del codice ATECO è cruciale in questa attività (ecco perché nel mio intervento di poc'anzi parlavo in generale dell'artigiano specificando che è obbligatoria l'iscrizione all'INAIL e che, per esperienza professionale, gli artigiani in base alla tipologia di attività prescelta hanno bisogno della SCIA.
    Questo per dirLe che ci sono creatori di siti web iscritti alla gestione artigiana, commerciante o addirittura considerati liberi professionisti. Il tutto dipende dalla strada meno onerosa (o meno rischiosa) per il Contribuente in base ad un ragionamento, caso per caso, della situazione del medesimo.

    Detto ciò, importante è per il Contribuente capire come comportarsi. In primo luogo, se fosse iscritto alla Gestione commercianti, lui avrebbe sulla sua area riservata i Contributi periodici (che a quanto pare non ha), quindi male che vada ancora è come se fosse escluso.
    Ora, per evitare problemi con l'INPS (più di quelli che già gli sono stati creati), io procederei all'iscrizione alla GS pagando in ritardo i Contributi, come da loro richiesto ed attendendo un loro avviso con le sole sanzioni ed interessi. Solo in caso di futuri controlli, gli si dimostra (con la documentazione alla mano), che i referenti lo hanno escluso dalla gestione artigiani e commercianti.

    Almeno, si inizia a pagare l'importo dovuto e non si rischia di dover pagare in poco tempo la somma degli importi annualmente dovuti, se la somma è elevata.

    Cordiali saluti,

    Mattia Giannini
    Dottore Commercialista e Revisore Legale dei Conti


  • User

    @dott-mattia-giannin dopo una serie di ulteriori scambi email e telefonici tramite tutti i canali possibili, siamo giunti a un dunque. In pratica il tutto è cominciato quando a gennaio 2019 è stata effettuata la variazione del codice ateco da 73.11.02 a 62.01.00 l'INPS anziché rifiutare l'iscrizione esplicitamente, inviò una richiesta di approfondimento istruttorio. Dopo quasi due anni sono riuscito a sapere che quella comunicazione significava "la sua richiesta di iscrizione alla gestione commercianti è stata respinta poiché è necessaria la previa iscrizione all'albo degli artigiani", in contrasto con quanto mi era stato detto in precedenza dal funzionario dell'ufficio competente. Sto procedendo ora a regolarizzare la posizione (iscrizione all'albo degli artigiani retroattiva a gennaio 2019), quando sarà tutto apposto dovrò capire come e quando pagare gli arretrati, ma da quello che ho capito ravvedimento operoso con l'INPS non è possibile, quindi non posso pagare nulla del 2019 e 2020, comincerò a pagare dal primo trimestre 2021 e dovrò attendere che l'INPS mi richieda i contributi non versati, con sanzioni ed interessi? Grazie


    G 1 Risposta
  • Moderatore

    Buonasera,

    perfetto. A questo punto rispetto al funzionario precedente, l’INPS con un’altro funzionario di riferimento Le ha confermato quanto le dissi originariamente, ossia l’obbligo di iscrizione alla gestione artigiani (questo fa capire le differenze tra un funzionario e l’altro).

    A questo punto procederei di conseguenza. Oltre alla giusta sezione cciaa nella quale essere iscritti e all’una il, dal 2019 si deve iscrivere all’INPS artigiani e confermo che l’INPS non è ravvedibile. Ciò significa che, dopo l’iscrizione, l’INPS le invierà il totale dei contributi da versare con sanzioni il ed interessi.

    Cordiali saluti,

    Mattia Giannini
    Dottore Commercialista e Revisore Legale dei Conti.


  • User

    @dott-mattia-giannin si, l'ho voluta aggiornare appositamente perché di fatto è come diceva lei (ma io ne ero già convinto!), almeno ai posteri che ci leggono non resterà un ulteriore dubbio in merito.

    Ci sono tempi certi per la ricezione dei contributi da versare con sanzioni ed interessi? Perché ovviamente il mio interesse sarebbe quello di sistemare la situazione una volta per tutte, per poter riprendere poi con dei pagamenti regolari.. c'è modo di calcolare con esattezza il dovuto con sanzioni ed interessi oppure sono calcoli basati su un arco temporale e quindi dipendono da quando l'INPS calcolerà e mi invierà il tutto?

    Grazie ancora per la sua disponibilità, le auguro una buona domenica


  • Super User

    @gouranga ha detto in Stallo INPS:

    la sua richiesta di iscrizione alla gestione commercianti è stata respinta poiché è necessaria la previa iscrizione all'albo degli artigiani

    Ciao per albo artigiani si intende Inps artigiani o altro ?

    "Previa iscrizione albo degli artigiani" cosa sarebbe ?

    TI hanno richiesto anche SCIA presso il Suap/Comune o iscrizone Inail ?

    Ringrazio


    G 1 Risposta
  • Super User

    @dott-mattia-giannin ha detto in Stallo INPS:

    La gestione artigiani, per esperienza professionale, presuppone la SCIA e sicuramente l'iscrizione all'INAIL per il titolare della ditta individuale. In tale ipotesi ci pensa solitamente un Consulente del Lavoro che sicuramente individua le modalità più giuste per l'iscrizione. Mentre nell'ipotesi della SCIA ci pensa un intermediario abilitato (ingegnere, ecc.) o direttamente il contribuente andando al SUAP di competenza.

    Buonasera

    Il commercialista mi diceva che puo svolgere qualsiasi adempimento online e mi informava che in nessun caso dovevo effettuare io personalmente alcun adempimento in quanto oggi i commercialisti (o almeno lui) hanno tutte le autorizzazioni per svoglere qualsiasi adempimento presso qualsiasi ente.

    Lei mi scrive che mi occorrerà un Consulente del Lavoro e anche un ingegnere, è possibile che ci siano alcuni studi commerciali che riescono con dei programmi a svolgere tutti gli adempimenti online direttamente da un'altra città senza dover ricorrere ad altri intermediari ?

    Ricordo che il commercialista mi ripeteva che non avro mai bisogno di eseguire nessun adempimento e non sarà mai necessario che io vada in uffici vari in quanto lui autonomamente con i software ed autorizzazioni che ha è un grado di dialogare e risolvere qualsiasi pratica burocratica.

    Dover incaricare commercialista + consulente del lavoro + ingegnere ha costi enormi per il contribuente e poi si rischia che se qualcuno sbaglia o gestisce male la pratica che poi dia la colpa agli altri e non si risolve la situazione e il contribuente rimane in situazioni simili questa dell'autore del post.

    Un Saluto


  • User

    @guadagnaeuro ha detto in Stallo INPS:

    Ciao per albo artigiani si intende Inps artigiani o altro ?

    "Previa iscrizione albo degli artigiani" cosa sarebbe ?

    TI hanno richiesto anche SCIA presso il Suap/Comune o iscrizone Inail ?

    Boh! 🙂 L'unica cosa che so dirti è che a seguito di questa risposta ricevuta dall'INPS il mio commercialista ha provveduto a fare una ComUnica nella quale richiede l'annotazione nella sezione speciale con qualifica di impresa artigiana.

    In merito alla SCIA il precedente commercialista sosteneva che non fosse necessaria ed il nuovo sembra essere d'accordo, riservandosi di fare esplicita richiesta al comune per avere una risposta ufficiale. Non so se dipende dal fatto che io non ho un ufficio e non ricevo clienti.. lavoro da casa, ma non ricevo clienti.

    In merito all'INAIL è la prima volta che la sento nominare, verificherò anche questo portandolo all'attenzione del mio commercialista.. cercando in rete le info su questo sono veramente pochissime. Può essere ad esempio che io sia già iscritto all'INAIL in quanto sono stato per tanti anni dipendente? O comunque sono cose separate e non c'entra nulla?


  • Moderatore

    Buonasera,

    la SCIA di per sé per questa tipologia di attività non viene richiesta. Tuttavia, in quanto artigiano, la CCIAA potrebbe richiedere una SCIA, ma per questa tipologia di attività di per sé non è richiesta essendo attività libera e senza autorizzazioni di sorta.

    Per quanto riguarda l'INAIL, purtroppo è obbligatoria per un artigiano. Peraltro, questo è confermato anche dall'INAIL in quanto spiega che "il costo dell'assicurazione, il cosiddetto premio, è a carico del datore di lavoro, dell'artigiano senza dipendenti o del lavoratore autonomo dell'agricoltura."

    E' ovvio che, tutti questi adempimenti possono essere fatti senza alcun problema dallo stesso Consulente, senza necessità di altri interventi. Di solito, questi interventi (iscrizione INAIL o SCIA), sono svolti da intermediari abilitati e con competenza in materia. Tuttavia, nulla vieta per una SCIA/iscrizione INAIL di predisporla a cura di un Commercialista. Ad esempio, per degli assistiti ho predisposto personalmente la SCIA al Comune di Roma (o altri Comuni) senza l'intervento di altri professionisti ed il Contribuente sta esercitando l'attività nel suo Comune.

    Detto ciò, rispondendo alle domande fatte in giornata, diciamo che l'INPS di solito in un annetto, (magari anche due considerando la pandemia) riscontra i mancati versamenti (sia dei minimali che della quota eccedente) e Le invierà un avviso di addebito con l'ammontare dei contributi dovuti e non pagati, comprensivi di sanzioni ed interessi. Consideri che l'iscrizione è stata fatta dal suo Consulente in questi giorni, quindi passerà del tempo prima che l'INPS notifichi l'avviso di addebito per il pagamento dei contributi dovuti.

    Cordiali saluti,

    Mattia Giannini
    Dottore Commercialista e Revisore Legale dei Conti


    G 1 Risposta
  • Super User

    @dott-mattia-giannin

    La ringrazio per le precisazioni, erano doverose per capire bene il tutto.

    Nel caso in cui si è iscritti alla gestione commercianti inps e si aggiunge come codice secondario il codice 62.01.00 come funziona il tutto ?

    La SCIA e inail verrebbero ugualmente richiesti ? (inal presumo di no)

    Ci sono altre particolarita da conoscere ?

    La ringrazio e mando un Saluto