• User

    Stallo INPS

    Cercherò di essere sintetico, anche se la situazione è ingarbugliata.

    Sono possessore di partita iva da svariati anni, ma ho sempre avuto anche lavoro dipendente fino a dicembre 2018. Fino ad allora ero nel regime dei minimi, iscritto alla gestione commercianti. In fase di apertura della partita iva era stata fatta richiesta (accettata) di non versare i contributi INPS in quanto già versati dal datore di lavoro, dove avevo un impiego full time e quindi era "predominante".. e fin qui tutto ok.

    A gennaio 2019 smetto il lavoro dipendente e su mia richiesta il commercialista effettua una variazione del codice ateco per inserire il 62.01.00 come attività principale. A seguito di questa variazione arriva una comunicazione dall'INPS che dice che è necessario procedere ad un approfondimento istruttorio (al quale il commercialista non ha mai dato seguito).

    Il precedente commercialista quest'anno si è reso irreperibile. Mi sono rivolto ad un altro professionista, secondo il quale però io al momento risulto iscritto alla gestione commercianti (regime forfettario ora), ma non ho modo di pagare il dovuto in quanto non ho un codice che invece è necessario, quindi a luglio ho pagato solo l'agenzia delle entrate.

    La sede competente INPS non ha mai risposto alla pec inviata a luglio (con in copia la sede territoriale) nella quale si richiedeva un recapito telefonico o postale per chiarire la situazione, né rispondono a telefono quindi non è possibile parlare con nessuno né tantomeno avere un appuntamento.

    Qualcuno si è trovato in una situazione vagamente simile ed ha qualche consiglio su come procedere? Voglio risolvere questa situazione e pagare quanto dovuto, non voglio che passino gli anni e poi chissà che mi arriverà tra more, sanzioni, etc.

    Grazie in anticipo


    kyle46 G 3 Risposte
  • User Attivo

    @gouranga Dovresti contattare l'INPS e chiedere loro di questa variazione e su come procedere. In questa pagina ci sono le informazioni di contatto.

    In caso contrario... Passa alle maniere forti, dirigendoti alla prima questura più vicina.

    Capisco le tue intenzioni, e temi che il tempo possa darti brutte sorprese. Ecco perché dovrai anticiparlo con la seconda opzione, qualora l'INPS non prenda provvedimenti seri al tuo problema.

    Una felice serata.


  • User

    Il problema è proprio che l'INPS via pec non mi risponde, a telefono la sede competente non risponde, dal call center non sanno cosa fare e non possono darmi un appuntamento perché in sede per ora non ricevono.

    Alla questura, a fare cosa esattamente?

    Grazie


    kyle46 1 Risposta
  • User Attivo

    @gouranga A fare verbale della situazione!


  • User

    Ok, è plausibile.. ma questo tornerà utile ad un avvocato se un domani la situazione dovesse aggravarsi, altre idee per provare a risolvere invece?


    kyle46 1 Risposta
  • User Attivo

    @gouranga Forse ti rimane un'ultima carta da giocare... Dovresti recarti all'Agenzia INPS di persona, e mostrare la PEC... Oppure lo hai già fatto?


  • User

    Mi hanno detto che alla sede di riferimento è inutile andare perché senza appuntamento non ti fanno entrare, e sembra che non concedano più appuntamenti da quando è iniziata la pandemia.


    kyle46 1 Risposta
  • User Attivo

    @gouranga Sì, ma questo è un loro problema. Devi cercare di ottenere quel appuntamento " Forse mi è venuta una idea: la pec che hai inviato per email.. L'hai inviata ad una sola sede?


  • Moderatore

    Buonasera,

    per chiarire la posizione è necessario e consigliabile rivolgersi presso la sede INPS di competenza, che però, causa covid-19, ovviamente non rispondono ne ricevono.

    Detto ciò, il suo nuovo Commercialista di quale codice ha bisogno?

    Perché se Lei ha le credenziali di accesso all'INPS, oltre al fatto di poter verificare tutti i dati essenziali per pagare il dovuto (es. matricola INPS, CIN, ecc.), può scrivere, se è abilitato, nella sezione "comunicazione bidirezionale" dove, nonostante la pandemia, gli addetti INPS rispondono quasi sempre ed in maniera puntuale.

    A quanto ho capito, se da Gennaio 2019 smette di essere dipendente, a questo punto andrebbe fatta comunicazione per il pagamento dei minimali (essendo ora prevalente l'attività derivante dalla sua partita iva) e poi dovrebbe pagare le imposte con la dichiarazione di quest'anno.

    Provi a scrivere nell'apposita sezione che Le ho indicato poc'anzi, se è abilitato nel farlo e speriamo che l'INPS Le risolva il problema.

    Mattia Giannini
    Dottore Commercialista e Revisore Legale dei Conti


    G 2 Risposte
  • Super User

    Buonasera

    Ma il codice ateco 62.01.00 "Produzione di software non connesso all'edizione " richiede iscrizione all'inps commercianti o inps gestione separata ?


  • User

    @dott-mattia-giannin ha detto in Stallo INPS:

    Detto ciò, il suo nuovo Commercialista di quale codice ha bisogno?

    Mi ha detto che manca un codice senza il quale non posso fare i versamenti, credo si riferisca al codice INPS. Ho le credenziali di accesso all'INPS, ma non sono riuscito a trovare codice INPS e CIN da nessuna parte..

    A quanto ho capito, se da Gennaio 2019 smette di essere dipendente, a questo punto andrebbe fatta comunicazione per il pagamento dei minimali (essendo ora prevalente l'attività derivante dalla sua partita iva) e poi dovrebbe pagare le imposte con la dichiarazione di quest'anno.

    Questa comunicazione per il pagamento dei minimali il precedente commercialista non l'ha fatta lo scorso anno, ha solo fatto la variazione del codice ateco a seguito del quale l'INPS ha richiesto un approfondimento istruttorio a cui nessuno ha più dato seguito (da notare che sulla comunicazione ricevuta dall'INPS il campo "Codice azienda Inps" è vuoto).

    Provi a scrivere nell'apposita sezione che Le ho indicato poc'anzi, se è abilitato nel farlo e speriamo che l'INPS Le risolva il problema.

    Grazie per la dritta, proverò sicuramente!

    @guadagnaeuro ha detto in Stallo INPS:

    Ma il codice ateco 62.01.00 "Produzione di software non connesso all'edizione " richiede iscrizione all'inps commercianti o inps gestione separata ?

    Da quel che risulta a me (su questo sono d'accordo sia il precedente che l'attuale commercialista), con il 62.01.00 serve iscrizione alla cassa commercianti, mentre con il 62.02.00 (consulenza) va bene la gestione separata.


    dott.mattia.giannin 1 Risposta
  • User

    @dott-mattia-giannin ha detto in Stallo INPS:

    Provi a scrivere nell'apposita sezione che Le ho indicato poc'anzi, se è abilitato nel farlo e speriamo che l'INPS Le risolva il problema.

    Ho trovato la sezione "Comunicazione bidirezionale" all'interno del "Cassetto previdenziale artigiani & commercianti", ma tutte le voci sono disabilitate, quindi non posso inviare alcuna comunicazione.. per un attimo mi ero illuso!


  • Moderatore

    @gouranga

    Buonasera,

    Le rispondo ad ogni sua affermazione senza alcun tipo di problema:

    1. La "comunicazione bidirezionale" è il canale più "immediato" in un certo senso (pensi a che punto siamo per aver immediatezza con questo tipo di mezzo), quindi provi a sentire il call center dell'INPS per capire come mai risulta disabilitato e, nel caso, farselo abilitare. Di solito, tramite delega, l'intermediario è abilitato a procedere con la comunicazione bidirezionale, quindi può provare a sentire il suo commercialista.
    2. Immaginavo avesse bisogno dei dati come il CIN, ecc. Questi dati si trovano all'interno della sua area riservata, quindi rilasci le sue credenziali INPS al Commercialista che sicuramente saprà dove trovarle.
    3. il codice 62.01.00 (se non ricordo male è produzione software) è un codice particolare, perché è iscrivibile sia alla gestione artigiani e commercianti, che alla gestione separata INPS. Dipende da cosa materialmente si fa. In ogni caso, nonostante i dubbi interpretativi, io anche consiglio l'iscrizione alla gestione artigiani e commercianti evitando controversie davanti al giudice, in quanto oneroso per il Contribuente. Più adatto all'iscrizione gestione separata INPS è il codice 62.02.00 in quanto la consulenza è attività professionale e non "imprenditoriale".
    4. Di solito quando i minimali non sono pagati, si paga tutto a saldo, previo avviso INPS per sanzioni ed interessi avendo versato i minimali in ritardo e non periodicamente.

    Mattia Giannini
    Dottore Commercialista e Revisore Legale dei Conti


    G G 2 Risposte
  • User

    @dott-mattia-giannin

    Buonasera e grazie innanzitutto per la sua disponibilità.

    Il mio commercialista ha già le mie credenziali e nonostante ciò mi ha detto che gli manca questo codice (chiederò con maggiore esattezza quale). A luglio mi ha fatto pagare solo il dovuto all'agenzia delle entrate, perché ha detto che non posso versare l'INPS finché non si risolve questa situazione.

    Quindi sto cercando di capire meglio la situazione perché siamo arrivati ad ottobre e mi rimanda solo dicendo che sta cercando di avere un appuntamento per parlare con qualcuno, ma non ce la faccio a stare con le mani in mano ad attendere che aumentino sanzioni ed interessi!

    Considerando che la comunicazione per il versamento dei minimali non è stata fatta a inizio 2019, io già tutto il 2019 non ho effettuato i versamenti periodici. E ora anche tutto il 2020. Devo risolvere questa situazione al più presto perché non ho mai avuto intenzione di evadere nulla, voglio sistemare tutto ma non riesco ancora a capire come fare..


    G 1 Risposta
  • User

    Sottolineo di nuovo che sulla comunicazione ricevuta dall'INPS, in merito all'approfondimento istruttorio, il campo "Codice azienda Inps" è vuoto. Può darsi sia questo il codice che manca? Nella sezione "Cassetto previdenziale artigiani & commercianti" tutte le voci del menù risultano disabilitate e al centro della pagina scrive in rosso "NESSUN SOGGETTO IN ARCHIVIO".


  • Moderatore

    @gouranga ha detto in Stallo INPS:

    uovo che sulla comunicazione ricevuta dall'INPS, in merito all'approfondimento istruttorio, il campo "Codice azienda Inps" è vuoto. Può darsi sia questo il codice che manca? Nella sezione "Cassetto previdenziale artigiani & commercianti" tutte le voci del menù risultano disabilitate e al centro della pagina scrive in rosso "NESSUN SOGGETTO IN ARCHIVIO"

    Purtroppo è possibile non ci sia il codice azienda inps perché, non essendo ancora iscritto alla gestione commercianti, questo non è stato generato. Bisognerebbe prendere un appuntamento con loro, anche se ad oggi a quanto pare, non ricevono.

    Cordiali saluti

    Mattia Giannini
    Dottore Commercialista e Revisore Legale dei Conti


    G 1 Risposta
  • User

    @dott-mattia-giannin ha detto in Stallo INPS:

    Purtroppo è possibile non ci sia il codice azienda inps perché, non essendo ancora iscritto alla gestione commercianti, questo non è stato generato. Bisognerebbe prendere un appuntamento con loro, anche se ad oggi a quanto pare, non ricevono.

    Credo che sia esattamente questo il punto, perché ho trovato la risposta alla comunicazione fatta all'INPS in fase di apertura della partita iva che recita testualmente "XXX non è stato iscritto alla Gestione previdenziale degli Esercenti attività commerciali come espressamente richiesto nel modulo".

    Quindi io di fatto attualmente non sono iscritto né alla gestione commercianti, né alla gestione separata mi sembra di capire. E il commercialista non può semplicemente effettuare quest'iscrizione alla gestione commercianti, ignorando questo fantomatico approfondimento istruttorio di cui non riusciamo a sapere nulla senza un appuntamento? Così una volta iscritto, pago quello che posso ora novembre e poi regolarmente dal 2021 secondo le scadenze trimestrali, e per il pregresso invece attenderò l'avviso dall'INPS (ahimè con relative sanzioni e interessi)?


  • Super User

    @dott-mattia-giannin

    Buonasera

    Un contribuente gia iscritto alla sezione inps gestione commercianti col codice 73.11.02 (conduzione campagne di marketing e altri servizi pubblicitari) che paga il minimale inps le famose 4 rate puo chiedere l'aggiunta di un nuovo codice attivita come il 62.01.00 - Produzione di software non connesso all'edizione (Questa classe include le attività di scrittura, modifica, verifica, documentazione e assistenza di software.) rimanendo nella gestione commercianti ?

    Ci sono possibilita di contestazione e magari ti impongono anche iscrizione alla gestione separata (codice 73.11.02 gestione commercianti e codice 62.01.00 gestione separata) ?

    L'aggiunta di un nuovo codice attivita cosa comporta ?

    Per esempio chi usufruisce dalla riduzione dell'inps 35% per i forfettari aggiungendo un nuovo codice ateco manterra la riduzione inps per i forfettari ?

    Ci sono aspetti importanti da sapere ?

    Perdoni le tante domande ma riguardo il codice 62.01.00 mi hanno parlato della possibilita di iscrizione sia alla gestione artigiani, sia commericanti e sia gestione separata e dunque vorrei capire se la scelta di iscriverlo alla gestione commercianti sia sicura o se si rischia che richiedano anche iscrizione ad altre casse diverse.

    Ringrazio


  • Moderatore

    Buonasera e scusi per il ritardo nella risposta.

    innanzitutto dipende da quello che effettivamente svolge nella sua attività. In ogni caso, se con il codice ateco 73.11.02 è iscritto alla gestione artigiani con il pagamento del minimale INPS (quelle "famose" 4 rate), in aggiunta un codice ateco quale 62.01.00 ("produzione software non connesso all'edizione"), nella sua concezione è qualificabile come attività non prettamente consulenziale, bensì come "artigiana" e, quindi, si rimane nella gestione artigiana.
    E' più frequente il caso di un Contribuente che per "convenienza" si è iscritto alla Gestione Separata anziché a quella Artigiani e Commercianti a tal punto da disconoscerla. I casi opposti, sono di difficile contestazione ed in ogni caso l'INPS spesso valuta in base al tipo di codice ATECO. Per questo codice ATECO si è orientati a classificarla come attività artigiana.

    Da un punto di vista gestionale, l'aggiunta di un nuovo codice ATECO presuppone due attività contraddistinte e, quindi, un onere maggiore tanto per il Contribuente, che spesso si ritrova ad avere due numerazioni sulle fatture emesse, quando per noi Consulenti che ci ritroviamo a registrare le fatture separatamente. Non vi è obbligo della contabilità separata se non in alcuni casi specifici, quindi si può mantenere la stessa numerazione oppure numerazioni distinte per l'emissione delle fatture.

    La riduzione del 35% INPS per i forfettari non viene toccata dal doppio codice ATECO.

    Di solito, per concludere, entrambi i codici ATECO che mi ha indicato vengono iscritti alla gestione ARTIGIANI. Tuttavia, nell'ipotesi in cui è stato iscritto alla gestione COMMERCIANTI per il codice ATECO 73.11.02 e per il codice ATECO 62.01.00, i redditi si cumuleranno per il pagamento della quota eccedente il minimale; se, invece per il codice ATECO 73.11.02 è iscritto alla gestione commercianti e per il codice ATECO 62.01.00 alla gestione artigiani, si pagherà la contribuzione SOLO sull'attività prevalente e non su entrambe le attività.

    Se dovesse avere altre domande o dubbi non esiti a contattarmi, anche con un messaggio privato.

    Cordiali saluti,

    Mattia Giannini
    Dottore Commercialista e Revisore Legale dei Conti


    G 1 Risposta
  • Super User

    @dott-mattia-giannin

    Buonasera

    Faccio una precisazione col codice 73.11.02 sono iscrito alla gestione inps commercianti (non artigiani) e dunque volevo capire se potevo aggiungere anche il codice 62.01.00 rimanendo iscritto solo nella gestione commercianti.

    Alcuni consulenti mi parlavano dell'ipotesi di doppia iscrizione inps commercianti e gestione separata (pagando il minimale inps commercianti + 27.72% per la gestione separata per l'attivita 62.01.00) il che sarebbe per me insostenibile a livello economico dao che il fisso gestione commercianti è gia oneroso.

    Ringrazio per la gentile spiegazione

    Un Cordiale Saluto


    dott.mattia.giannin 1 Risposta