• User Newbie

    Mediazione obbligatoria.. mancata e causa (lungo.. scusate)

    Salve a tutti,
    Io e i miei 2 fratelli abbiamo ereditato dai nostri genitori, deceduti da 2 anni circa, 2 appartamenti e 1 orto, per un valore approssimativo di 240keuro. Oltre a questo una piccola somma presente sul conto corrente.
    Fatta la successione e diviso il denaro presente sul conto, le proprietà sono rimaste indivise fino ad ora (non esiste apparentemente testamento) in quanto per delle incomprensioni con gli altri 2 fratelli io ho temporeggiato. Infatti sono convinto che i miei genitori avessero lasciato testamento (mio padre me ne ha dato motivo di crederci) e che uno dei 2 fratelli lo abbia fatto sparire (nei tempi liberi in questi 2 anni ho inutilmente rovistato tutta casa, ma purtroppo era già passato mio fratello).
    Ora all'ennesima richiesta da parte dei miei fratelli di definire le proprietà, da me sempre ignorata in quanto cercavo uno scritto testamentario, sembra che mi abbiano convocato per una mediazione obbligatoria con tanto di avvocato, convocazione alla quale non ho presenziato in quanto non mi è mai arrivata (mi hanno informato i miei fratelli che non ho ritirato la raccomandata, ma io non ho mai ricevuto ne raccomandata ne avviso di consegna).
    Poiché non ho partecipato alla mediazione, ora stanno passando alle vie giudiziarie e già mi hanno avvisato che si rivarranno certamente su me anche per le loro spese in quanto non avendo partecipato alla mediazione obbligatoria di conseguenza il giudice darà più ragione a loro.
    Ma come facevo a partecipare alla mediazione obbligatoria se non ho mai ricevuto la raccomandata? Ho chiesto alle poste e mi dicono che loro sono passati e hanno lasciato avviso nella bussola, ma io non lo ho mai trovato... (Probabilmente la hanno messa in altra bussola del condominio?!?! Non saprei proprio che altro pensare).
    Cosa posso fare ora? Mi dovro pagare anche le loro spese? I 2 immobili e l'orto hanno valori totalmente differenti (150k?, 70k? e 20k?) il giudice potrebbe arrivare a destinare ciascuna delle 3 cose a ognuno di noi oppure essendo di valori così diversi se non c'è accordo mette all'asta in quanto non divisibili in modo equo? Considerando sempre il fatto che io non ho presenziato alla mediazione... Che peso avrei nell'ipotesi di divisione forzata dal giudice?!

    Grazie a chi mi possa consigliare su questa situazione ingarbugliata e tutta nuova per me.
    Scusate ancora per la pesantezza di questo post.

    Michele


  • User Newbie

    Nessuno spunto?

    Grazie


  • User Attivo

    Ho chiesto alle poste e mi dicono che loro sono passati e hanno lasciato avviso nella bussola, ma io non lo ho mai trovato... (Probabilmente la hanno messa in altra bussola del condominio?!?! Non saprei proprio che altro pensare).
    Questo è un tuo problema ahimè. L'indirizzo è giusto? In quel caso la procedura è legalmente corretta e per la legge sei a conoscenza del contenuto della raccomandata anche se non l'hai mai aperta o ritirata.
    Senza testamento, se gli eredi sono solo 3 fratelli, la divisione sarà di 1/3 l'uno. L'unico inghippo per te sarà che probabilmente dovrai accollarti le spese di risoluzione della diatriba.


  • Moderatore

    Rivolgiti ad un legale di fiducia è una questione di facile risoluzione.


  • Moderatore

    Valuta anche di fare denuncia di furto/smarrimento dell'avviso di consegna (tu non l'hai mai ricevuta). Potrebbe servire in giudizio per dimostrare la tua buona fede e il fatto che eri nell'impossibilità oggettiva di venirne a conoscenza.

    Un saluto