• User

    Informazioni sul Cambio codice IMEI

    Salve a tutti, ho effettuato diverse ricerche ultimamente ma con risultati piuttosto contrastanti tra loro e spero di postare questa domanda nella sezione corretta.

    Per curiosità personale in quanto ex-riparatore di cellulari (ora faccio tutt'altro) vorrei togliermi il dubbio e capire una volta per tutte la questione legislativa in merito al cambio del codice IMEI di un cellulare.
    In Italia è legale oppure no? Esistono dei casi in cui è legale o viceversa dei casi in cui non lo è?

    Meglio ancora (ma forse chiedo troppo): Esiste una legge o un decreto specifico che regolamenta questo aspetto in modo chiaro? Anche eventuali sentenze precedenti andrebbero bene in quanto in entrambi i casi (legale o meno che sia) ci sarà stato un giudice che ha applicato qualcosa di specifico. Purtroppo non ho trovato nulla in merito ma mi piacerebbe davvero togliermi questo dubbio.

    Ad esempio su Wikipedia è scritto che "In Italia attraverso il cambio imei si commette un illecito", ma non è né documentato né specificato il motivo; a me interessa quello.

    Grazie in anticipo.


  • Super User

    Riporto quanto reperito in rete ...

    Nessun dispositvo cellulare è bene registrato.***
    Gli unici obblighi riguardanti il numero identificativo unico di un dispositivo cellulare sono a carico delle aziende che li producono.

    L'IMEI di un telefono non è un codice personale, non è una USERID non è una PASSWORD.

    Così come il codice MAC address, che è il corrispettivo dell'IMEI sui dispositivi di rete, può essere cambiato a livello software dal possessore, senza commettere alcun reato, anche l'IMEI di un dispositivo cellulare può essere modificato a piacimento.

    Per commettere l'accesso abusivo a sistema informatico occorre provare l'accesso e la sua condizione di abusività, ora l'IMEI nè concede nè nega accesso ai sistemi informatici. La stessa cosa vale per la sostituzione di persona dato che l'IMEI non identifica mai una persona e non ha intestazione personale.

    E' vero che i fornitori di servizi possono usarlo come discriminante nella gestione degli utenti, può dunque essere liberamente usato come strumento per il riconoscimento dei dispositivi durante la prestazione di un servizio.

    ***Nessun metodo per il cambio di IMEI di un dispositivo è illegale, dalle box, ai più comuni metodi di invio comandi seriali, app interne, codici embedded, modifica del firmware.

    Come tecnico informatico non posso che avallare quanto evidenziato sopra.:vai:

    PS: Wikipedia é una gran bella cosa ... ma contiene anche gran brutte cose ... 😮


  • User

    Ciao criceto, avevo letto questa discussione, ma anche qui i pareri sembravano discordanti.
    In effetti se è vero che l'IMEI non è né una userID né una password, è anche vero che senza di esso non si può accedere al sistema di rete gsm.

    Se prendiamo uno smartphone e cancelliamo la sua area di memoria contenente il codice IMEI, questo non si potrà più collegare al sistema generando un messaggio sullo schermo che avvisa l'utente di non essere registrato sulla rete, quindi potrebbe essere considerato un codice di accesso, al pari di una UserID sebbene quest'ultima sia direttamente collegata al registrante, mentre l'IMEI no. Infatti uno smartphone si può rivendere, una UserID generalmente no.

    Esistevano poi pareri riguardo al fatto che sia illegale modificare il codice IMEI di un telefono, il cui IMEI fosse appunto stato bloccato dal Garante delle Telecomunicazioni causa insolvenza dell'utente nei confronti dell'operatore. Ma anche in questo caso l'uso dell'IMEI da parte dell'operatore come discriminante per bloccare le insolvenze non obbliga per legge a non poterlo modificare. Rimane l'insolvenza che però non configura un illecito.

    Io mi sbattevo su questi punti, e a quanto pare sembra non sia ben regolamentata la cosa, a differenza di Regno Unito e Lettonia dove sono ben regolamentate e vietate.


  • Super User

    Proseguiamo il ragionamento per il mercato italiano ...
    Il mio parere (di poco valore bene inteso) é che modificare tale dato nell'apparecchio sia illegale (o comunque scorretto) solo nel caso tale apparecchio non sia di proprietà di chi fa effettuare la modifica.
    Ora facciamo una richiesta a tutti coloro che leggono questa discussione ...

    Chi abbia sotto mano qualche sentenza o anche solo qualche notizia di un procedimento legale, circolare, esternazione delle autorità etc ... in merito é pregato di dare i riferimenti.


  • Super User

    Nessuno si mette a fare un procedimento per un reato che non esiste.

    Da quello che so nemmeno nel civile esiste nulla del genere! L'apparecchio è privato, ergo ci fai quello che vuoi, se l'apparecchio ha facoltà di cotesta sostituzione.
    (è come comprare una console dei videogame e modificarla per i giochini scaricati qui e là, non è perseguibile chi modifica la propria apparecchiatura)