• User Newbie

    Mancato pagamento fattura da ex datore di lavoro

    Salve a tutti, leggo spesso il vostro forum, ho deciso di iscrivermi perchè ho un problema che non ho trovato esattamente corrispondente negli argomenti già trattati. Il punto è: lavorando per uno studio professionale sono stato costretto a aprire partita iva (forfettino). Ho sempre inviato fattura alla direzione via mail con cadenza 2-3 mesi, e mi veniva pagata in 10 giorni. Non è stata così per l'ultima, visto che poi si è interrotto il rapporto di lavoro, 5 mesi fa. Nei 10 giorni successivi mi è stato dato solamente un "acconto su fattura n.x del xxxx" al che a richiesta spiegazioni mi è stato garantito che a seguito momentanee difficoltà avrei ricevuto il resto in qualche mese. Io in buona fede ho fatto passare del tempo, ma di soldi che mancano (circa 7000 euro) ancora niente.

    Volevo sapere in mancanza di riferimenti nella stessa fattura del mancato pagamento, o limite di tempo, o del fatto che la stessa fattura sia stata consegnata via posta elettronica interna e non a mano o raccomandata, può implicare un rifiuto a conoscerne l'esistenza da parte del mio ex datore di lavoro? Potrebbe dichiarare di non aver mai visto la mia fattura inviata o fare storie sull'importo dovutomi? Se comunque sul mio c/c esiste già un acconto di tale società su tale fattura, questa è comunque una prova evidente o sbaglio?

    Ho una corrispondenza mail che dimostra la volontà di pagare, ma nei fatti mi sembra proprio il contrario.

    Come posso comportarmi?

    Grazie per l'attenzione!


  • Super User

    Manda una raccomandata di messa in mora (senza busta) dando 15 giorni per il saldo avvertendo che in mancanza di riscontro si passerà alle vie legali con aggravio di spese ... e vedi cosa succede.
    Per 7.000 euro se non rispondono val la pena di far lavorare un legale.


  • User Newbie

    grazie Criceto, farò così e attendo risposte