• User

    Denunciato per 5 PDF. E' una truffa?

    Ciao a tutti
    oggi mi è arrivata una lettera da un avvocato.

    In pratica un tipo mi vuole denunciare perchè io ho prelevato dal suo sito 5 documenti PDF che spiegavano come fare delle cose su internet (guide di uso programmi). Io, ignorante di copyright, ho preso questi documenti e li ho messi sul mio sito. Premetto che erano solo guide di programmi, come possa essere la guida di WORD.

    Il mio sito è solo un Blog, quindi niente scopo di "vendita", niente azienda, ecc. Sono solo un ragazzo privato che ha un blog.

    Ho rimosso i file incriminati, ho scritto all'avvocato e contattato anche il tipo facendogli le mie scuse. Tuttavia l'avvocato mi ha detto che certamente le scuse vocali non basteranno.
    Io ho dato tutta la mia disponibilità a fare delle cose "amichevoli".

    nella peggiore delle ipotesi cosa mi posso aspettare?
    Quanto mi possono chiedere come danni?
    Come fanno a dimostrare che queste "comuni" guide sono sotto il loro copyright?


  • Super User

    Ciao Andreottolo,

    non credo tu possa fare altro. Attendi gli eventi, può essere che evitino di procedere, in fondo una causa dura anni, il danno é minimo....
    Quello che ti puoi aspettare è una citazione per risarcimento danni.


  • User

    Io ho telefonato all'avvocato del tipo cadendo dapprima un pò dalle nuvole, (anche perchè io i documenti non li avevo prelevati sul sito web indicato ma da un altra parte).

    Ho dichiarato che avrei rimosso il tutto dicendogli che non sapevo che erano documenti del "tipo" (in quanto prelevati a suo tempo da una pagina web di una specie di forum) e scusandomi per l'accaduto.

    Ho sottolineato che comunque sul mio sito non ho mai usato tali documenti a fini economici e che cmq il tipo, (sul suo sito) non li usava per fini economici (ma questo conta poco).

    Ieri sera alle 19.00 mi hanno scritto una e-mail che loro vogliono 6000 euro circa
    ripartiti più o meno in :

    • danno non patrimoniale per mancata menzione autore e fonte euro 3000
    • violazione copyright articoli ed immagini euro 2000
    • altre spesucce varie 1000

    Inoltre si sono permessi di scaricare tutto il mio sito web, facendo un "video della navigazione", scaricando le pagine interessate e facendo anche uno scaricamento totale. Ma questo possono farlo?
    Io pensavo che una cosa del genere la potesse fare la polizia postale sotto denuncia, non un qualsiasi tecnico privato.

    Comunque 6000 euro sono le spese indicate.
    Mi hanno detto che per mettere da parte la questione in modo amichevole, il tipo di aspetta una migliore proposta di risarcimento, quindi sicuramente superiore.


  • Super User

    "e facendo anche uno scaricamento totale"
    Se quanto affermato è vero consulti un legale e avanzi parimenti una richiesta di danni, provveda anche alla denuncia alla polizia postale per "frode informatica" dato che un normale visitatore di sito non dovrebbe poter scaricare nulla e tanto meno un intero sito senza accorgimenti (vietati dalla legge) e soprattutto senza il permesso del proprietario.
    Il loro comportamento (se provabile) è ben più grave di quanto addebitato a lei e rguarda il lato penale della legge e non quello civilistico come nel suo caso.


  • User

    Ciao
    ho ritrovato (grazie all'aiuto di Google e di archive.org)
    il sito web dove, a suo tempo, feci il prelievo di questa documentazione.
    Questo sito web, rivedendolo ora su Archive non ha mai avuto note di Copyright, ne Disclaimer, ecc. Le pagine ci sono quasi tutte sull'archivio ma non c'è nulla in riferimento di Copyright.

    Se si cercano (sparse) le parole dei PDF (incriminati) in google con ricerche mirate, vengono fuori (nella ricerca) il sito web di quello che mi vuole denunciare (giusto) e questo vecchio sito web, i cui collegamenti non sono più attivi, ma se si guarda su archive.org si vede che i testi sono proprio uguali.
    Il mio sito web non viene fuori.

    Anzi, questo sito web si è appropriato anche di essere l'AUTORE d questi testi (scrivendo : Fonte : la rete e i tecnici di sito.com)

    Addirittura io ho copiato solo 5 file, mentre questo sito web ha TUTTI i file del sito di quello che mi vuole Denunciare.

    Mi serve a qualcosa?
    Posso fare degli Screenshot di Google e di questo archivio?


  • Super User

    Ciao Andreottolo,

    in realtà il fatto che tu abbia preso i pdf da altro sito non muta i termini della questione, avresti dovuto sincerarti se erano liberi nell'uso. Il fatto che non ci fosse copyright su quel sito non autorizza a credere che fossero di libero dominio.
    Ovviamente ti consiglio di contattare un legale che potrà dirti se la valutazione effettuata dalla controparte ha un senso, oppure è eccessiva, e se ci sono gli estremi per una valida ed efficace difesa.
    Spesso, si deve dirlo, si chiedono cifre esagarate solo per spaventare le controparti.


  • ModSenior

    Beh scusate ma estendendo la questione a delle immagini.
    Se io vado su sito gif . com per prendere delle immagini e mi dicono che sono gratuite, come faccio a sapere che in realtà son state prese da altro sito gif. com? E che a sua volta non le abbia prese da un altro sito ancora?


  • User

    Si, ho capito cifre esagerate....ma qui si parla di 6000 euro di danni Morali.

    Voglio dire...non ho mica pubblicato il suo best-seller! Erano GUIDE di MediaPlayer, RealPlayer e altri vari, per di più su un sito privato che non ha tratto nemmeno guadagno dalla cosa, ne in termini di visite, ne in termini di soldi.

    Mi aspettavo una richiesta da Mx 500 Euro.
    Considerato il Danno (mea culpa) ci potevo anche stare.


  • Super User

    Lasciamo perdere le quisquilie! e passiamo ai risvolti penali conseguenti al comportamento del "nemico"

    Cosa intende per: "Inoltre si sono permessi di scaricare tutto il mio sito web, facendo un "video della navigazione", scaricando le pagine interessate e facendo anche uno scaricamento totale."

    Questo si che mi pare pirateria informatica e prevede anche l'arresto!!!!

    Bisogna però intendersi bene sul significato del termine "scaricato". Informaticamente tale termine allude all'aquisizione di dati e codice di programmazione (tipicamente HTML nel caso di un sito), se è davvero quello che hanno fatto lei è nella condizione di far loro sputare sangue.


  • User Attivo

    @criceto said:

    Questo si che mi pare pirateria informatica e prevede anche l'arresto!!!!

    Bisogna però intendersi bene sul significato del termine "scaricato". Informaticamente tale termine allude all'aquisizione di dati e codice di programmazione (tipicamente HTML nel caso di un sito), se è davvero quello che hanno fatto lei è nella condizione di far loro sputare sangue.

    Non sono d'accordo. Se io trovo in rete un tizio che ha clonato una mia pagina (una o 100 il concetto non cambia) sono legittimato a prelevarne copia dal sito clonante, dopotutto le pagine sono rese pubbliche, il codice html (non eventuale codice lato server) è quindi pubblico.
    Non vedo pertante perchè non possa prelevarne, conservarne ed anche autenticarne copia per l'ovvio fine di perseguire il "clonante" a termine di legge. E sarei io, il "clonato", in difetto?


  • ModSenior

    @marcocarrieri said:

    Beh scusate ma [...] Se io vado su sito gif . com per prendere delle immagini e mi dicono che sono gratuite
    Penso che tu possa stare tranquillo Marco, è come nelle transazioni che facciamo in strada.

    Se tu ottieni, gratis o a pagamento della merce e il venditore scrive che ne detiene i diritti, tu ragionevolmente hai adempiuto al tuo dovere. Ovvio che ci sono poi casi lampanti che dovrebbero farti insospettire, ad esempio se trovi un sito che dichiara di possedere i diritti su un'immagine di un noto personaggio televisivo, è opportuno da parte tua non basarti solo sulle dichiarazioni del venditore come altro esempio se trovi uno per strada che ti vuole vendere un noto itelefono ad un costo eccessivamente basso.

    Insomma non si deve fare un incauto acquisto, sia nella vita materiale, sia in quella digitale, e la mancanza di note, disclaimer, licenze non può affatto giustificare il nostro acquisto e scaricare la nostra responsabilità.

    @criceto said:

    Bisogna però intendersi bene sul significato del termine "scaricato". Informaticamente tale termine allude all'aquisizione di dati e codice di programmazione (tipicamente HTML nel caso di un sito), se è davvero quello che hanno fatto lei è nella condizione di far loro sputare sangue.
    Allora saremmo tutti rei!
    Ogni volta che visitiamo una pagina sul web il nostro computer scarica i file html dal sito del proprietario.
    Viene salvato sul nostro pc, e possiamo riaprirlo tutte le volte che vogliamo anche senza più essere collegati alla rete e fino a quando noi non puliamo la cache del nostro pc, indipendentemente dalla volontà dell'autore.
    E se visitiamo tutte le pagine del sito abbiamo scaricato in locale, sul nostro pc, tutto il sito.

    Valerio Notarfrancesco


  • User

    Penso che abbiano usato uno di quei programmini che ti permette di scaricare tutto o quasi il sito web, ovviamente lato client.

    Quindi penso sia legale, è l'equivalente di girare tutte le pagine e fare "salva con nome"


  • User

    io continuo a non capire bene la questione.. ma se un file (sia esso un'immagine un pdf o altro) è pubblico in rete senza nessuna nota di copyright o altro non è utilizzabile liberamente?


  • Super User

    In realtà si dovrebbe distinguere.
    In genere il fatto che un file sia inserito in un sito senza alcuna nota di copyright non autorizza l'utilizzo libero, dovrebbe essere invece specificato che è di utilizzo libero per poter autorizzare tale conclusione. Il mio consiglio è di non utilizzare materiale per il quale non è specificata alcuna licenza, o comunque utilizzarla come se fosse materiale non utilizzabile a fini commerciali (cioè non si deve guadagnare neanchè con banner).
    Per quanto riguarda le fotografie semplici (cioè fotografie dove non è ravvisabile un particolare sforzo creativo, se non minimo, e che godono di una protezione limitata nell?ambito della categoria dei diritti connessi, cioè venti anni dalla produzione della fotografia stessa) l?art. 90 della legge sul diritto d?autore stabilisce che la riproduzione delle foto in questione non si considera abusiva qualora non siano presenti accanto alla foto il nome del fotografo, la data di produzione della foto, il nome dell?autore dell?opera fotografata, se è un?opera d?arte. In assenza di tali elementi la riproduzione si intende libera.


  • User

    Ciao Bsaett,

    se capisco bene quello che hai scritto, non sono d'accordo con te.

    L'articolo 90 è vero che recita:

    " Gli esemplari della fotografia devono portare le seguenti indicazioni:
    1) il nome del fotografo, o, nel caso previsto nel primo capoverso dell'art. 88, della ditta da cui il fotografo dipende o del committente;
    2) la data dell'anno di produzione della fotografia;
    3) il nome dell'autore dell'opera d'arte fotografata."

    ma prosegue dicendo:

    "Qualora gli esemplari non portino le suddette indicazioni, la loro riproduzione non è considerata abusiva e non sono dovuti i compensi indicati agli articoli 91 e 98, a meno che il fotografo non provi la malafede del riproduttore."

    Se comprendo ciò che dice la legge, se io posso dimostrare che quella foto l'ho scattata io, ad esempio dimostrando legalmente che è in mio possesso da una data antecedente alla pubblicazione su internet, allora potrei fare causa e chiedere un risarcimento perchè è stata violata una mia proprietà, artistica o no che possa essere.

    Che ne dici?

    :():


  • Moderatore

    Vedo che sempre più studi legali si specializzano nella caccia alle streghe su Internet, direi che è come sparare sulla crocerossa.

    Detto questo, bisogna sempre leggere le licenze d'uso. Non sempre quello che è consentito a "uso gratuito" implica anche per "uso per trarne profitto".
    Ovvero posso usare una foto "free" per uso personale (mi stampo un poster per il salotto), ma non per realizzare un quadro da vendere al pubblico.

    In linea di principio non esiste, al momento, nessun uso "gratuito" per tutti gli usi commerciali, se non la licenza "creative commons".

    Ovviamente la licenza d'uso deve essere scritta da qualche parte, se manca (anche sul sito originale), allora, secondo me l'unica cosa da pagare è la violazione del copyright. Altra difesa possibile di fronte a un'azione legale di questo tipo è verificare se chi si lamenta è davvero il detentore dei diritti. Spesso non è così :tongueout:.


  • User

    Ciao Redsector,

    perchè se una persona vuole difendere il suo lavoro, è per te come una "caccia alle streghe su Internet, direi che è come sparare sulla crocerossa."? Non credo che possa essere paragonato ad un benefattore chi ruba il lavoro altrui.

    A mio avviso poi, non è vero che non esistono usi totalmente gratuiti, anche commerciali, del materiale contenuto in pagine web, ad esempio tutti i siti della pubblica amministrazione americana possono essere usati senza paura di incorrere in violazioni di copyright perchè la loro legge dice che, siccome sono pagati con soldi pubblici, non può esistere il copyright (salvo per casi particolari); per quanto riguarda poi la licenza "creative commons" non sarei così generalista perchè bisogna fare molta attenzione in quando sono diverse tra loro e bisogna leggerle ogni volta: sono molto poche quelle che trovi nel web che consentono un uso anche commeciale dei loro contenuti il che a mio avviso vuol dire che anche se sul tuo sito ci sono dei semplici tag di google adsense, non li puoi usare.

    :():


  • Moderatore

    Intendo dire che la probabilità di trovare una violazione del copyright è molto elevata. Secondo me, almeno io faccio così, la cosa giusta da fare è quella di inviare un'email chiedendo una sollecita rimozione dei contenuti.

    Come giustamente dici, bisogna sempre leggere la licenza, il problema è che non c'è quasi mai :ciauz:


  • User

    Sai Redsector, io mi sono rotta di inviare email per chiedere "gentilmente" di rimuovere il mio lavoro .... l'elenco delle email che ho mandato è da paura e sono stati più i casi in cui non mi hanno proprio filato (e questi sono per il 90% i proprietari dei blog, ragazzetti ai quali, nella loro profonda e grassa ignoranza, tutto è dovuto) che quelli che lo hanno rimosso. E allora cosa devo fare? Dire, va bè, vogliamo bene lo stesso? ... Qua proseguo con una espressione molto colorita che ti invito ad immaginare .... :():


  • ModSenior

    Ma Io sottoscrivo la tua espressione colorita;
    anche se non ti può essere d'aiuto, non sei la sola e in questo momento ci sono solo qui su questo forum altre discussioni attive simili.

    Però non si può in nessun modo lasciar perdere e volersi bene lo stesso, almeno fino a quando il lavoro di un autore, musicista, scrittore, programmatore, non sarà riconosciuto, e non intendo dalla legge (che lo fa) ma dal comune pensare e sentire della società.

    Le e-mail "gentili" purtroppo vanno mandate, non per essere gentili ma perché effettivamente sono quelle che sortiscono il maggior effetto.
    Poi, ma solo in base alla mia esperienza, è meglio mandare subito avanti un avvocato. Al 90% solo una loro telefonata o lettera intestata sortisce dei veri miracoli.

    Nel frattempo, l'unica possibilità che io vedo, è quella di usare canali di distribuzione o metodologie (dipende da che tipo di autori siamo) che possano blindare i nostri interessi là dove è possibile.

    Valerio Notarfrancesco