• User

    Adsense?! Mi lasci senza parole...

    Ciao a tutti! Sono nuovo del forum nonostante lo legga da tempo! Scrivo ora perchè sono arrivato a un punto di non ritorno, indignato da ciò che fa Adsense da Marzo a oggi. Vi scrivo i numeri che leggo ora sul mio account:
    83.776 impression, 640 click, CTR 0,76 %, CPM 0,26, ricavo ? 21,88. Non riesco proprio a capacitarmi come 640 click possano portare cifre così basse, 3-4 mesi fa avrei fatto quasi il triplo. Negli ultimi mesi il CTR mi si è abbassato dall' 1,2 di media allo 0.6 circa ma a parte questo che potre accettarlo per negligenze mie, come può esserci un CPM così basso?! Vorrei sapere se il mio è un caso isolato oppure è una cosa molto diffusa in giro ed è quindi una tendenza di Google che sta abbassando i CPM (prima si stava sembre tra i 7 e i 10 cent!). Un saluto a tutti!


  • User Attivo

  • User

    @spinavince said:

    83.776 impression, 640 click, CTR 0,76 %, CPM 0,26, ricavo ? 21,88. Non riesco proprio a capacitarmi come 640 click possano portare cifre così basse

    Qualche tempo fa con quei click avresti fatto senza grossi sforzi almeno il doppio anche in settori poco valutati. 640 click sono tanti e possono rendere cifre importanti.
    Se leggi altri commenti puoi vedere che in molti sono nella stessa situazione.
    Io penso che google stia (giustamente) mirando a penalizzare i siti "fatti per adsense" e nella manovra possono incappare anche siti intermedi che magari hanno contenuti buoni ma li umiliano per i banner. Non me ne volere perchè nemmeno conosco il tuo sito (magari è un forum che di per se ha percentuali basse quindi in discorso cambia) ma ho il sospetto che l'abuso di banner sia la causa numero 1 dell'abbassamento del ecpm.
    Più che sospetto è una speranza perchè se non fosse così vorrebbe dire che aprono e chiudono i rubinetti a piacimento e con regole poco chiare. Preferisco pensare che sia ancora colpa nostra. 😉


  • User

    Ciao e grazie per la risposta! Si ho notato che è una cosa diffusa però volevo capire se ci sono motivazioni che portano a questo oppure no. Il sito di cui vi parlo è un blog sul calcio con molte notizie postate ogni giorno e quindi contenuti interessanti. Per l'abuso di Adsense non penso... il sito è ecalcioblog, date un'occhiata e ditemi cosa ne pensate, non penso di aver esagerato con le zone pubblicità...


  • User

    @spinavince said:

    il sito è ecalcioblog, date un'occhiata e ditemi cosa ne pensate, non penso di aver esagerato con le zone pubblicità...

    Il sito è molto ben fatto ed i contenuti ci sono, hai sicuramente creato un tuo bel lavoro di base.
    Tuttavia in alcune pagine non posso far a meno di contare 6 insiemi di banner! Se è abuso quello cos'è un abuso?
    Non ho la ricetta per dirti che il motivo del basso valore dei click sia quello, per me è solo una semplice ipotesi. Poi magari non conta nulla ed è solo un dettaglio tra 1000.

    Comunque complimenti per l'automatismo che hai messo in piedi e per le visite che ottieni. In quanti lavorate alla stesura di articoli?


  • User

    In effetti si... non ci avevo fatto caso! Vedrò se diminuendo il numero di pubblicità adsense si alza il CPM! Si il lavoro è ben fatto, i blogger sono diversi, circa 10 che seguono con costanza tutti gli argomenti! Tu per caso ti intendi di videogiochi?! Perchè stiamo cercando anche un capoblogger per egamesblog.it è un sito dalla grandi potenzialità ma non sono riuscito a costruire una rete di blogger che riesca a riempire il blog di contenuti costantemente... Poi ho altri progetti in mente... tutto si sviluppa!


  • User Attivo

    AdSense si dimostra sempre di più una pessima soluzione per l'Affiliazione e come metodo remunerativo 😞


  • User

    @spinavince said:

    i blogger sono diversi, circa 10 che seguono con costanza tutti gli argomenti! Tu per caso ti intendi di videogiochi?!

    No, direi di non essere in grado di parlare di videogiochi. A suo tempo, prima che uscisse adsense, avevo come te un sito calcistico molto frequentato che ho chiuso perchè mi costava troppo tempo tenerlo in piedi. Non c'era remunerazione e lasciai cadere tutto perchè reggevo la baracca da solo. Scemata la passione ed esaurito il tempo non potevo portarlo avanti. Ce l'avessi adesso me lo terrei ben stretto, altrochè! 😉

    Adesso sono piuttosto impegnato a raddrizzare altri siti che avevo lasciato alla deriva quindi ho comunque poco tempo per interessarmi a collaborazioni esterne.

    Comunque falla questa prova coi banner e poi dicci come va. Io ho l'impressione che in alcuni miei piccoli contesti la diminuzione di banner abbia alzato di molto il valore a click.

    Ho avuto una giornata da quasi 9 euro con 2500 impressions che è tutt'ora il picco dopo determinate modifiche. Come da tradizione di adsense il picco è stato seguito da una discesa ma la media generale è comunque salita sensibilmente rispetto alle settimane pre-modifiche.
    Magari è una casualità, magari no.


  • Bannato User Attivo

    edit: Ma le impression sono al giorno o al mese?...

    Hai il robots.txt sbagliato....
    ecalcioblog / robots.txt

    Ricrealo nella sezione webmaster.


  • User

    Le impression messe erano giornaliere... e la giornata non era ancora finita! In ogni caso vedrò cosa mi portano le modifiche fatte perchè quando sei abituato bene, cioè ad avere una media di 8 cent/click nonostante i click siano tanti e poi ti vedi abbassare questo valore, ti sembra perdere un sacco di soldi! O Google ci ha abituati troppo bene o si è ridimensionato... speriamo torni ai soliti regimi di CPM!

    Per xframe: il robots.txt? cioè?


  • Super User

    Secondo me l'ulteriore peggioramento è legato al behavioural targeting che hanno introdotto, non a caso si sono moltiplicati gli interventi di manutenzione.
    Ho idea che qualcosa non vada proprio a dovere.


  • Super User

    Posso con alcune mie considerazioni del tutto personali?
    La prima è che, casomai qualcuno non se ne fosse accorto, c'è una profonda crisi che si taglia con il coltello. Parlavo ieri con un amico legale e anche lui si lamentava ( un professionista!!!) che i suoi incarichi sono di colpo diminuiti di almeno un 30 % e questo non certo perchè non sia bravo.
    La crisi ha costretto Google a "tagliare" le renumerazioni anche per consentire una politica "commerciale" più leggera che non gli faccia perdere inserzionisti.
    Anch'io lamento click pagati 1 o 2 centesimi, ma se penso alle altre affiliazioni che ho tentato in cui tra l'altro diventi la vetrina-negozio di commercianti che ti pagano solo se vendono e nemmeno tanto bene, beh a conti fatti AdSense mi rende 50 volte le altre affiliazioni e questo è quanto dire.
    In mancanza di meglio direi che meglio 1 o 2 centesimi a click piuttosto che quei miseri 50 euro si e no al mese di altre affiliazioni.
    Credo poi che il valore dei click dipenda molto dagli argomenti trattati : credo di poter affermare che il "calcio" è un settore "inflazionato" e dove i click sono pagati meno di altri "argomenti".
    Un altro aspetto è il CTR che leggo 0,76 ! Penso che sia bassino e l'ecpm altrattanto (di conseguenza ) basso che significa che quel sito "attirerà" click che vengono pagati poco (salvo miglior interpretazione mi pare di ricordare che funzioni così).
    Anch'io a parità di click ho notato un calo delle entrate e ad onore del vero faccio gli stessi click di spinavinci ma con un terzo delle sue impression e un ricavo ...superiore...
    L'ultima considerazione, e non si offenda nessuno, è che adesso va così : o si accetta o si tolgono gli annunci e ci si orienta verso altre affiliazioni ...che sono sicuro renderanno nemmeno un decimo di quelle attuali di AdSense (parlo per esperienza!).
    Poi magari la crisi passerà e torneranno i bei click a 10/15 cent : bentornati ma adesso va così e ...o volere o affogare.
    Ah, dimenticavo : consideriamo anche che il numero dei publisher è aumentato a dismisura : c'è una marea di web che fanno si e no 1000/2000 impression al giorno che... contribuiscono, a mio avviso, a polverizzare la torta.
    Ovvio che poi ci sarebbero milel altre cose da considerare : potrei citare , ad esempio, il fatto che il "contratto" con AdSense è ...colpevolmente sfavorevo ai publisher : il concetto che se rendo disponibile uno spazio pubblicitario devo sapere in anticipo quando mi frutterà e non a "sorpresa" credo che sia legalmente valido. Ma chi se la sente di affrontarlo seriamente proponendo un giudizio?
    Un altro aspetto sarebbe la "qualità" dei publisher: fattore che Google non valuta a sufficienza. Ad esempio non c'è un numero di impression minimo, di valutazione della grafica e quanto altro, di selezione degli argomenti e della validità con cui vengono trattati gli stessi.
    Oggi basta avere un blog qualsiasi e malcurato per piazzare annunci adsense e guadagnare qualche spicciolo.
    Ecco queste sono le cose, a mio modesto avviso, che dovrebbero preoccuparci e sperare che si avvino a soluzione.
    Magari storceranno la faccia quelli che arrotondono, lo so e me ne rammarico, ma il vantaggio di avere un network professionale avrebbe dei vantaggi soprattutto per gli inserzionisti. E non ultimo anche per i publisher.


  • Super User

    @bluwebmaster said:

    Un altro aspetto sarebbe la "qualità" dei publisher: fattore che Google non valuta a sufficienza. Ad esempio non c'è un numero di impression minimo, di valutazione della grafica e quanto altro, di selezione degli argomenti e della validità con cui vengono trattati gli stessi.
    Oggi basta avere un blog qualsiasi e malcurato per piazzare annunci adsense e guadagnare qualche spicciolo.
    E' proprio questo che permette a Google di tenere il mercato in questo momento, ovvero un'offerta a costo quasi zero che consente a Google di svendere clic e spazi pubblicitari.
    E poi, avendo come controparte nella quasi totalità dei privati e non delle imprese, questo significa fare un po' come gli pare senza preoccuparsi di noie legali o lamentazioni di un certo peso, tanto lo studente che guadagna 50-100 euro anziché 500-1000 di certo non ti farà mai causa o creerà problemi... mentre quando tratti con aziende le cose sono un po' diverse... con loro infatti esistono i contatti diretti e gli assistenti che li curano personalmente... ora per gli altri manco rispondono più alle email.


  • User

    Bene! Mi piace che la discussione si stia animando! Sono d'accordo con tutto ciò che ha detto bluwebmaster.. So che il CTR è basso e il calcio un argomento sfruttato allo sfinimento però non mi spiego perchè le valutazioni sembrano vadano a "zone": se vedete l'adsense nel riquadro dello slide in HP quello è il più cliccatto e il meno pagato mentre per altre zone, dove magari girano gli stessi annunci ma ho meno click, ho remunerazioni anche di 10 cent/click, a volte anche più! Cioè il discorso è questo: dall'altra faccia della medaglia ci sono gli utenti che usano Adwords (che un pò conosco anche io!), loro fissano un tot a click e ogni click ricevuto sulla loro pubblicità versano quel tot a Google. Ipotizziamo che quel "tot" sia 0.25 €, perchè se l'annuncio mi compare in top google mi paga 2 cent e se compare nella barra laterale mi paga 10? Lui guadagna sempre 25 cent! E' questo che non capisco... Poi non metto in dubbio che ora come ora Adsense sia il sistema migliore di guadagno per noi publisher però ho scritto sul forum per capire se questo era un mio problema o un problema comune... E comunque non è una problema che riguarda solo l'argomento calcio, perchè la stessa cosa si verifica per tutti gli altri blog che ho nel network!

    In conclusione: siamo davanti a una crisi o in questo momento Google ne sta approfittando per guadagnare di più?!


  • User

    Ah... il mio CTR è abbastanza basso, può essere che questo sia dovuto al fatto che ho molti utenti "abitudinari"?


  • Super User

    Se il tuo CTR è molto basso ti conviene intervenire.
    Vedi eventualmente di togliere i blocchi che non convertono, magari dalle posizioni poco interessanti.
    Un CTR molto basso porta secondo me alla svalutazione del valore del tuo sito e quindi anche ad un calo del CPC.
    Io ho notato miglioramenti nel CPC all'aumentare del CTR (togliendo quei blocchi che davano moltissime impressions, ma pochi clic, di solito sono quelli al footer o in posizione basse nella pagina, che richiedono quindi lo scroll).
    Privilegia gli spazi in alto e a sinistra, e cosa molto importante, studia bene i colori.
    Il blu del link di solito è quello che converte meglio, anche se il tuo sito usa schemi di colore diversi.


  • User

    Grazie del consiglio! Interverrò... Per l'uso dei colori ne ho provate diverse e non ho ancora capito se è meglio usare colori che immedesimano gli annunci nel sito oppure usare colori che staccano completamente... i risultati non mi hanno dato una via preferenziale da scegliere...


  • Super User

    Io ho riscontrato un miglioramento notevole utilizzando il blu (chi si occupa di psicologia dei colori indica questo come il colore più performante)... io preferisco #000080, mentre per lo sfondo puoi usare quello della pagina.
    Fai delle prove e vedi se ci sono differenze.
    Link, testo grigio scuro e urlsito grigio un po' più chiaro.

    Altra cosa, evita di mettere gli ADS centrati, se è possibili mettili sempre allineati a sinistra, l'occhio cerca sempre la parte sinistra dello schermo.


  • Super User

    @archeoita said:

    mentre quando tratti con aziende le cose sono un po' diverse... con loro infatti esistono i contatti diretti e gli assistenti che li curano personalmente... ora per gli altri manco rispondono più alle email.

    Se non erro stai parlando di utenti "premium" o dei cosidetti impropriamente "semi-premium". Ho notizia , da alcuni blog in inglese, che utenti semi-premium si viene scelti anche con un milioncino di impression al mese.
    Hai messo a fuoco il vero problema. Questa politica potrebbe essere, come dire, "contrastata" se alcuni publisher decidessero di "consoziarsi", tanto i ricavi procapite sarebbero sempre determinabili dai "canali", utilizzando un unico account.
    Ovviamente dovrebbero essere in perfetta sintonia e dotati di reciproca fiducia.
    Immaginiamo che 4 publisher che in media fanno un milione, un milione e mezzo, di impression al mese , decidessero di consoziarsi e quindi dare origine a un soggetto unico da 6 o 7 milioni di impression al mese.
    Credo che il "peso" a quel punto sarebbe diverso.
    Il punto è esattamente quello che dicevi tu : chi resta su livelli di 100 euro al mese perchè gli va bene anche quello, polverizza solo la torta a discapito di chi ha un'aziendina e paga regolarmente le tasse e sopporta i costi.
    D'altra parte ci sono altri network , vero, ma se esaminiamo la loro politica (che io giudico "distruttiva") impattiamo con inserzionisti che vengono "disabituati" al vero concetto di pubblicità.
    Ho recentemente parlato, prima dell'estate, con il responsabile delle campagne di un inserzionista su tradedoubler.
    Bene il colloquio, del tutto informale e "amichevole", ha fatto emergere qualcosa di sconsolante e sconcertante della serie con trade pago solo l'impostazione della campagna, scelgo io i siti dove pubblicare, pago solo se ci sono reali conversioni in termini di vendita (quindi pago solo se vendo!) e decido io quanto pagare e cosa pagare!
    Provate ad opporvi a considerazioni di questo tipo.
    E' in pratica il solito esempio che uso ripetere : è come se un inserzionista dicesse al corriere della sera , guarda tu mi metti la pubblicità su mezza pagina del giornale e io ti pago la percentuale sulle vendite di coloro che verrano a spendere da me e che avranno in mano la copia del tuo giornale con la mia pubblicità!
    Sfido chiunque a dire quale inserzionista non accetterebbe simili condizioni!
    Io credo, ma forse è utopia di un venerdi mattina, che l'idea di consoziarsi tra alcuni publisher potrebbe portare nel giro di un annetto circa , non dico un ribaltamento della situazione, ma almeno ricevere condizioni da utenti "premium" o "semi-premium" con AdSense a vantaggio dei consorziati.
    Non bisogna dimenticare che AdSense gioca molto proprio sui piccoli , quindi toglierci una delle "ragioni" della sua politica potrebbe ad una sua sostanziale revisione.
    Ma, ripeto, forse è solo utopia di un venerdi mattina sotto il sole sferzante.


  • Super User

    D'accordo su tutto, anche sull'utopia 😉
    Però a questo punto, se ci si consorzia, perché allora non vendere in proprio le pubblicità?