• User Newbie

    cialis on line è penale!

    Buongiorno a tutti.
    Vorrei sapere se qualcuno è al corrente circa le notizie di reato emesse dalla procura di milano (gennaio 2011) a persone che come me hanno acquistato pillole on line? Io sono tra quelli.
    Ho ricevuto la notifica in questi giorni; violazione degli articoli 55 e 147 del dlgs 219/2006. Ragazzi: è penale!!!
    So che sulla provicnia di torino almeno altre 20 persone sono indagate.
    Ho acquistato un blister di cialis da 10 pillole!CAPITE?
    Vorrei aprire un blog e fare qualcosa.
    Ovvimente ho già contattato un avvocato...ma cmque è una situazione molto delicata. Chi è nelle mie condizioni mi contatti; gradirei avere pareri anche da qualche giurista / penalista
    grazie
    italbusiness@interfree.it


  • Super User

    Ho notato che stai intasando la rete con il quesito comprendo l'agitazione e la preoccupazione.
    Aspetta con calma e fiducia e vedrai che qualcheduno ti darà utili suggerimenti.


  • User Newbie

    Grazie per il suggerimento; nn era mia intenzione " intasare la rete" bensì dare massima diffusione e risalto ad un evento di grandissimo interesse, oltreché particolarmente grave.
    L'unico strumento per mettere in guardia gli internauti è questo.
    Mi scuso quindi con Voi e con gli altri blogger.
    cordialità,
    carlo.


  • Super User

    Nessuno sa dire qualche cosa al povero Paco?


  • Super User

    Nessun aiuto a Paco?
    non fosse altro che per un semplice messaggio di "comprensione"?


  • Super User

    Porta pazienza Paco ... e mettiti il cuore in pace ....


  • User

    Scusa ma tu che c'entri con i titolari delle imprese che importano questi prodotti, ovvero con il farmacista che ha messo in vendita o che detiene gli stessi per la vendita? Quindi non capisco l'attribuzione dell'art. 55 (Autorizzazione all'importazione di medicinali) nei tuoi riguardi in quanto acquirente e anche in ragione del fatto che l'acquisto si è perfezionato "online" da casa tua?

    PS: ma l'acquisto era inteso all'uso personale?


  • Super User

    SerGian ...
    ti è sfuggito il fatto che

    1. avendo comprato on-line all'estero è lui di fatto l'importatore ...
    2. non è permesso comprare medicinali da entità diverse dalle farmacie ITALIANE.
    3. Inoltre la normativa non tiene minimamente in considerazione il termine "uso personale".

    Una possibile linea di difesa potrebbe essere quella di sostenere che non si è perfezionato il reato dato che la merce non è di fatto entrata in territorio italiano essendo bloccata in dogana.


  • User

    Lui importatore? Bisognerebbe sapere su quale sito ha acquistato, in quanto la trattazione intesa all'acquisto è avvenuta in Italia.

    Dogana? Come fai a sapere che tali prodotti sono stati bloccati in Dogana? 😄

    Se così fosse "cadrebbe" il capo d'accusa, in quanto mancherebbe l'elemento oggettivo del reato!

    PS: stiamo comunque discutendo su una ipotesi delittuosa intesa a 10 pillole, a prescindere dalla "condotta"!


  • Super User

    "Come fai a sapere che tali prodotti sono stati bloccati in Dogana?"
    Così ha dichiarato l'autore (in altri luoghi della rete, vedi il fatto di "intasare").

    "Se così fosse "cadrebbe" il capo d'accusa, in quanto mancherebbe l'elemento oggettivo del reato!"
    è quello che suggerisco io come linea di difesa.

    "stiamo comunque discutendo su una ipotesi delittuosa intesa a 10 pillole, a prescindere dalla "condotta"!
    L'avviso di garanzia sembra lo abbia ricevuto e la legge (che ho letto con cura) non fa alcuna differenza tra UNA pillola e dieci tonnellate.


  • User

    @criceto said:


    Se i prodotti in parola sono stati "bloccati" in dogana, non è stato citato all'inizio della discussione e, quindi, per me è valido cio' che ha esposto paco. (o forse avrei dovuto approfondire altrove? 😄 )

    C'è una bella differenza tra "Notizia di reato" ed "Avviso di Garanzia".....quale sarà il provvedimento giusto? Paco illuminaci...anche se poi alla fine sarà un avviso di garanzia, visto che hai avuto una "notifica"....

    ...è per l'importazione?

    PS: ricordo "la modica quantità" (come per le somme di denaro "irrilevanti"!)


  • User

    [**********]

    questo intervento "eroico" (inutile :D) mi è passata la voglia di postare qui. Buona vita a tutti!


  • Consiglio Direttivo

    Ciao SerGian 🙂

    al momento dell'iscrizione, hai accettato il seguente regolamento del forum che NON consente l'uso del "quote inutile", gia' corretto/segnalato nel precedente post dal ModSenior lorenzo-74:

    **3.8. Evitare **di quotare image inutilmente o l'intero messaggio.
    Non è corretto riproporre agli utenti la lettura di ciò che hanno appena letto.
    Quando necessario per post di pagine precedenti, limitarsi a quotare la parte a cui ci si sta riferendo.

    @SerGian said:

    Buona vita a tutti!

    :ciaosai:


  • User Newbie

    Mi unisco alla discussione in quanto mi trovo nella medesima situazione.
    Per un periodo di tempo piuttosto lungo ho acquistato via Internet dall'India un rimedio chiamato Himalaya Confido, che ritenevo essere omeopatico/ayurvedico. Una spedizione di questo rimedio mi é stata bloccata e ho ricevuto un avviso che annuncia nei miei confronti indagini per il reato di cui agli art.55-147 comma 1°del D.lgs. 219/2006 (autorizzazione all'importazione di farmaci), nell'ambito del procedimento penale dell Procura della Repubblica di Milano. Sono convocato per un interrogatorio formale dinanzi ad Ufficiali di Polizia giudiziaria (Nas).
    Il legale che ho consultato, assegnatomi d'ufficio, mi ha prospettato come strategia processuale un patteggiamento.
    Vorrei conoscere opinioni illuminate al riguardo.
    Un saluto


  • User Newbie

    Ringrazi tutti per la costruttiva partecipazione.
    Dettaglio:
    i farmaci non mi sono mai stati recapitati, in quanto fermati alla dogana di milano e li sequestrati ed analizzati dai NAs.
    E' facilemente riconducibile l'acqusito allo scrivente, che ha p.i. ed impresa ma in settore completamente diverso rispetto al farmaceutico (industria).
    Sul sito dove il farmaco è stato acqusitato non vi è alcuna riconducibilità alla sede / nazione in cui il farmaco viene prodotto / messo in commercio.
    Inoltre sullo stesso sito vi sono alcuni numeri telefonici europei del servizio clienti (Regno Unito) dai quali si può facilemnte intenderee che tale è l'ubicazione del venditore.
    La quantità del farmaco acq. è di 10 pills.(1 solo ordine documentabile) E' probabile che in seguito a mie rimostranze il farmaco sia stato rispedito almeno una seconda / terza volta gratuitamente.(cmq la società venditrice si è dimostrata seria)
    Il servizio clienti da me contatto per le rimostranze ha sempre risposto, pare, da un server europeo.
    La cosa si è sviluppata nel lasso di tempo compreso tra luglio e ottobre 2010.
    Il penalista a cui mi sono rivolto, pur con tutta la prudenza necessaria (consapevole di avere a che fare con la Procura di milano, non particolarmente "sensibile" , e ragionevole), confida nell'archiviazione, sulla base della ricca e oggettiva documentazione conologica fornita riguardante l'acquisto.
    Non (dovrebbe) sussistere la difesa del Non importato, in quanto e documentabile dall'accusa un "regolare contratto d'acquisto", e successiva importazione del prodotto.
    Cordialità, carlo.


  • Super User

    Non mi piace molto l'idea di "insegnare ad arrampicare ad un gatto" ma per me l'importazione è regolarmente finalizzata soltanto all'entrata nel territorio nazionael e la dogana NON E' TERRITORIO NAZIONALE. le merci entrano nel territorio nazionale DOPO lo sdoganamento e non PRIMA-
    Quindi il reato sarebbe al massimo di "tentata importazione", a nulla vale il discorso che importazione sarebbe stata senza l'intervento delle autorità perchè allora nel caso le autorità abbiano impedito un omicidio l'accusa sarebbe comunque di omicidio invece di "tentato" quale in effetti è e di prassi viene contestato.
    Nella fattispecie la legge in questione non prevede il reato di "tentata importazione" quindi NON E' APPLICABILE.


  • User Newbie

    @criceto said:


    Bene, giro le tue ragionevoli valutazioni all'Avvocato.
    Gentilissimo, grazie.


  • User Newbie

    delitto d importazione si consuma nel momento e nel luogo in cui avviene l attraversamento della linea di confine comprensiva dello spazio che precede la barriera doganale ovvero la zona compresa tra il confine e la zona doganale dove sono ubicati gli appositi uffici.
    Ipotesi di tentata importazione è stato ritenuto commesso tale delitto qualora nel territorio italiano siano avvenuti atti preliminari e strumentali quali la domanda di spedizione o il consenso in qualunque forma espresso all inoltro o alla ricezione della merce.

    Quindi detto cio è tentata importazione !!!


  • User Newbie

    Ciao ragazzi!!! Devo dire che pure io ho avuto problemi con la dogana. Tempo fa ho acquistato farmaci su un sito online che spedivano dall'India. L'ordine non lo mai ricevuto a causa con la dogana. Però ho trovato una farmacia online che spedisce i farmaci dall'Inghilterra, e devo dire che sta volta non ho avuto problemi. Ho fatto già 4 acquisti e li ho ricevuti in tempo senza problemi. Ve la posso consigliare se volete comprare farmaci online su un sito sicuro [...]. Per ora mi trovo bene, sono 6 mesi che compro qua e rimango sempre soddisfatto, cmq attenti quando volete comprare online. E' meglio se vi fatte consigliare i siti. Buona fortuna a tutti!!!


  • User Newbie

    @paolorossi said:

    Ciao ragazzi!!! Devo dire che pure io ho avuto problemi con la dogana. Tempo fa ho acquistato farmaci su un sito online che spedivano dall'India. L'ordine non lo mai ricevuto a causa con la dogana. Però ho trovato una farmacia online che spedisce i farmaci dall'Inghilterra, e devo dire che sta volta non ho avuto problemi. Ho fatto già 4 acquisti e li ho ricevuti in tempo senza problemi. Ve la posso consigliare se volete comprare farmaci online su un sito sicuro [...]. Per ora mi trovo bene, sono 6 mesi che compro qua e rimango sempre soddisfatto, cmq attenti quando volete comprare online. E' meglio se vi fatte consigliare i siti. Buona fortuna a tutti!!!

    Capito che siamo sotto Natale c'è crisi e hai bisogno di soldi, ma con le affiliazioni non fai nulla più nulla... Si capisce da qui a mille miglia che quel sito è tuo, ormai è finita l'era d'oro dello spam stanno partendo un casino di provvedimenti penali, inoltre dovresti sapere che è illegale vendere farmaci e promuovere queste piattaforme anche solo come intermediario come stai facendo tu... Consiglio? Va a lavurà (e onestamente!!!):fumato: